Menichini commenta deluso il pari dei granata col Sudtirol: “Partita da chiudere nel primo tempo”.

di Carlo Codazzi – Dopo il beffardo pari rimediato dalla Reggiana col Sudtirol, mister Menichini ha fatto buon viso a cattiva sorte: “Abbiamo giocato un ottimo primo tempo in cui abbiamo colpito una traversa e due pali con Marcone a negarci altre 3 reti con grandi interventi – l’analisi del mister -. Potevamo chiudere la gara nei primi 45’ e nell’intervallo ho detto ai ragazzi che bisognava essere più cinici perché se poi si subisce un gol le partite che sembrano semplici si complicano. C’è stato anche un pizzico di sfortuna – ha constatato deluso – e il campo, pessimo, non ci ha aiutato. Anche nella ripresa la squadra  ha creato varie occasioni oltre a realizzare il gol, ma, purtroppo abbiamo subito il pareggio per un’incomprensione. Dispiace, ma può capitare. Dove ho nascosto la bacchetta magica? Non ce l’ho, il segreto è il lavoro che svolgo con entusiasmo – si è schernito – e i ragazzi mi seguono con grande partecipazione. Cerco di mettere la mia esperienza al servizio dei giocatori perché possano esprimersi al meglio durante la gara e studio attentamente l’avversario affinchè la squadra giochi bene e sappia creare situazioni a lei favorevoli. I progressi di Sbaffo e Marchi’ Tutti hanno fatto bene, poi c’è chi ha patito di più il cattivo stato del terreno chi meno. Abbiamo sbloccato su palla inattiva e questo conferma che i ragazzi mettono in pratica ciò che provano in allenamento, ma dovevamo chiudere il match nel 1° tempo. Come smaltire la delusione? L’amarezza c’è, ma già domani (oggi ndr) ricominciamo ad allenarci. Cerchiamo di imparare dagli errori commessi perché bisogna sfruttare meglio le occasioni che creiamo. Siamo molto delusi perché portiamo a casa solo 1 punto, ma con una maggiore concentrazione – la chiosa finale – si poteva evitare il pari e raddoppiare prima”.

La Reggiana ha pareggiato col Sud Tirol dopo aver dominato la partita, ma William Viali, mister dei bolzanini, ha espresso un punto di vista differente nel commentare la sfida: “Secondo me abbiamo fatto un tempo a testa – il sorprendente parere del tecnico -. Nella prima parte di gara meritava la Reggiana di andare in vantaggio, poi abbiamo preso gol nella ripresa quando avevamo normalizzato la partita e, forse, meritavamo più noi di segnare. Sicuramente, nel secondo tempo abbiamo condotto più noi il gioco e abbiamo anche rischiato di vincere la partita ad un centro punto. Visto, comunque, l’andamento del match il pareggio è senz’altro il risultato più giusto”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *