Malavita all’attacco della sanità
Svuotate le sale di endoscopia a Villa Verde

Sparite attrezzature per oltre 300 mila euro

8/2/2017 – Saccheggio senza precedenti alla casa di cura polispecialistica Villa Verde, di via Lelio Basso a Reggio Emilia. Questa notte una banda di ladri specializzati ha letteralmente svuotato le sale di endoscopia, dove esercita il dottor Giuliano Bedogni, uno dei più noti endoscopisti del Paese e fondatore della onlus  Ascmad Prora.

Hanno portato via otto strumenti di ultima generazione, la centralina di comando e la fonte di luce, lavorando in tutta comodità  nella notte. I ladri hanno scelto accuratamente il loro obiettivo, e per questo  si ritiene che il furto sia su commissione. Il danno supera i trecentomila euro.

L'ingresso di Villa Verde

L’ingresso di Villa Verde

Dei malviventi, naturalmente nessuna traccia.  Nessun segno di effrazione: forse la banda era riuscita a nascondersi nella struttura durante la giornata.

” Abbiamo scoperto il furto questa mattina alle 7,30. Nelle sale di endoscopia in pratica non c’era più niente – ha dichiarato a Reggio Report il dottor Bedogni – Si è trattato di gente molto esperta perché hanno scelto apparecchiature Olympus di ultima generazione: per questo pensiamo a un furto su commissione, e personalmente immagino che le nostre apparecchiature endoscopiche finiranno all’esterno, se non sono già partite.

Giuliano Bedogni

Giuliano Bedogni

Fra l’altro – aggiunge Bedogni – quella dei furti di endoscopia è un’emergenza nazionale: un mese fa hanno colpito all’ospedale di Spezia, e prima ancora al Maggiore di Parma. Senza contare i furti di Guastalla e di Scandiano. Giorni fa ero a Roma a un convegno, ed erano più le strutture colpite dai ladri di quelle ancora  indenni”.

Questa mattina Villa Verde ha dovuto rinviare per forza di cose numerosi esami, soprattutto colonscopie. altri sono stati dirottati sul San Sebastiano di Correggio.

Sul posto, a Villa Verde,  sono intervenuti i Carabinieri.

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *