Ma dov’è questa crisi?
L’Emilia-Romagna in ripresa: Pil +1,4%, il più alto del Paese e quasi come la Germania

2/2/2017 – Il Pil dell’Emilia-Romagna che cresce dell’1,4%, ben oltre il dato nazionale dello 0,9%, a livello di Francia (+1,3%) e Germania (+1,7%) e tale da farne la prima Regione in Italia davanti a Lombardia (+1,3%) e Veneto (+1,2%). E la disoccupazione regionale che con 47 mila nuovi occupati in un anno scende al 6,9%, il valore più basso tra tutte le Regioni italiane, dietro solo a Trento e Bolzano.

Sono i dati sull’andamento dell’economia dell’Emilia-Romagna nel 2016 diffusi da Prometeia e Unioncamere regionale.

ferrari-official-web

“Sono numeri che confermano l’Emilia-Romagna quale regione leader nel Paese-  ha detto il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, che da politico navigato si prende il merito della ripresina  – Nessuno pensava potessimo ridurre la disoccupazione di 2 punti percentuali nei primi due anni della legislatura, creando quasi 50mila nuovi posti lavoro solo negli ultimi 12 mesi.

++ AUTO

Una crescita dell’economia regionale che dimostra l’efficacia del Patto per il lavoro, grazie al quale con enti locali, imprese, sindacati, università e associazioni portiamo avanti azioni condivise che puntano a un obiettivo: creare sviluppo e occupazione, la nostra priorità.

Andremo avanti  con più convinzione ancora,  per creare opportunità di lavoro per chi ancora non ce l’ha e per aprire ancora di più l’Emilia-Romagna al mondo, attraendo persone, saperi e investimenti, altro che muri”.

Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. aristide Rispondi

    03/02/2017 alle 11:42

    Provvederà il debito pubblico a ridurre le euforie! Peccato che il Presidente della Regione faccia finta di ignorare questo grave problema : 2300 miliardi che possono incrementare a dismisura appena aumentano i tassi di interessi;entrate fiscali e di altra natura insufficienti a far fronte alle spese correnti; nessuna decisione per ridurre drasticamente la spesa pubblica.
    Mi sembra che il fenomeno Grecia sia alle porte. Bonacini se ne rende conto!

Rispondi a aristide Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *