Stalking al femminile
Lei perseguita lui per due anni
Il giudice le vieta di avvicinarsi all’ex

16/2/2017 – Una storia d’amore finita si è trasformata in un incubo per un uomo di 52 anni, perseguitato senza tregua dalla ex di 42 anni. Nei confronti della stalker, sulla base di un rapporto dei carabinieri di San Polo d’Enza,  il sostituto procuratore Valentina Salvi ha chiesto e ottenuto dal Gip di Reggio Emilia una misura cautelare: da oggi la donna non può avvicinarsi all’abitazione e a qualunque luogo frequentato dall’ex . Il giudice inoltre le ha vietato di comunicare con lui con qualunque mezzo.

I protagonisti della vicenda sono entrambi della Val d’Enza- Dopo una relazione sentimentale di circa due anni lui la lascia e lei, furibonda, comincia a perseguitarlo:  pedinamenti, irruzioni sul posto di lavoro, appostamenti sotto casa, scenate di gelosia in tutti i locali frequentati dalla, persecuzioni a carico della madre e della sorella dell’uomo, avvicinate dalla stalker  che offende pesantemente il suo ex. In settembre la goccia che ha fatto traboccare il vaso: durante uno dei tanti inseguimenti la donna lo costringe a scendere dall’auto e lui la respinge. Lei continua  a scagliarsi contro di lui che per liberarsi e scappare la spinge facendola cadere a terra.

La stalker a questo punto commette un errore: credendo di avere in pugno l’ex, per danneggiarlo va dai carabinieri di San Polo d’Enza e lo denuncia. Ma l’uomoracconta ai militari quello che subisce da mesi: cominciano così gli accertamenti che, anche con ispezioni informatiche di telefoni e social, permettono di mettere a fuoco la gravità del comportamento della donna.

Da qui l’ordinanza cautelare chiesta e ottenuta dal pm Salvi, eseguita questa mattina dai carabinieri della stazione di San Polo d’Enza, nella cui giurisdizione risiede la ex inferocita.

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *