“Giuseppe attaccato in modo infame: ma lui è dieci piani superiore agli altri”

di Nicolas Caccavo*

6/2/2017 – Ancora una volta Giuseppe Pagliani  è attaccato in modo infame dal Pd e dai Cinque Stelle, la sua battaglia contro le mafie e per la legalità è in atto da quando lui era militante di Alleanza Nazionale, pertanto è indegno utilizzare argomenti pretestuosi e finti dossier per cercare di mettere all’angolo un avversario politico. Cosa ne dice il Pd dello scioglimento per mafia del comune di Brescello? Guidato da una amministrazione di sinistra facente riferimento al PD?

Questi sono fatti gravissimi e non illazioni contro un rappresentante locale dell’opposizione che non ha mai potuto governare, ne assegnare un appalto a nessuno in vita sua. Le mafie seguono il potere, e qui sappiamo bene che quello è completamente nelle mani della sinistra e del PD.

Giuseppe è senza dubbio un avversario molto scomodo e Saccardi and company, che non hanno ne idee ne argomenti, cavalcano una battaglia che hanno già perso. Pagliani è vittima di una caso di malagiustizia gravissimo.

Se si è degni di stare nelle istituzioni è indispensabile rispettarle sempre, una ordinanza del riesame di Bologna ed una sentenza del tribunale di Bologna assolvono pienamente Giuseppe perché il fatto non sussiste, pertanto in fila i consiglieri del Pd vergognandosi, insieme al segretario Costa, al Sindaco Vecchi ed al Presidente della Provincia, dovrebbero chiedere scusa a Pagliani per l’ingiustizia che ha subito insieme a tutta la sua famiglia.

Ad un certo punto la speculazione politica deve avere dei limiti, Pagliani per qualità politica e per competenza è dieci piani superiore a tutti gli altri consiglieri comunali e questo è evidente anche ad un bambino delle suole elementari.

*consigliere comunale di Forza Italia a Reggio Emilia

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *