Cesare Battisti, la sua storia e il suo martirio
Conferenza alle Notarie contro la denigrazione dell’eroe

28/2/2017 – Chi era davvero Cesare Battisti? E perché da anni l’eroe irredentista, impiccato a Trento dagli austriaci nel luglio 2016, è al centro di una campagna di revisione negativa a Reggio Emilia?

Una conferenza per riscoprire Battisti è in programma questa sera, martedì 28 febbraio all’albergo delle Notarie in via Palazzolo.  Intervengono gli organizzatori Marco Montipò, promotore dell’iniziativa, Mauro Del Bue direttore de l’Avanti! on line e Alessandro Aragona, responsabile di Fratelli d’Italia Reggio Emilia, Con la partecipazione di Marco Eboli,  presente in consiglio comunale durante la votazione che tolse la piazza a Cesare Battisti, rinominandola Piazza Del Monte.

Cesare Battisti

Cesare Battisti

” Negli ultimi anni assistiamo ad una campagna di denigrazione infamante nei confronti di Cesare Battisti scrivono gli organizzatori  A Reggio Emilia c’è chi sostiene che l’Eroe trentino era la “parte sbagliata”, invece  lui era la parte giusta, quella che tutte le città d’Italia hanno onorato con vie e piazze.

Vogliamo fare conoscere la figura di Battisti, la sua giovinezza, le battaglie per l’italianità del suo trentino, fino ai fatti di sangue del 25 febbraio 1915 proprio a Reggio Emilia durante un suo comizio”. Quella sera due ragazzi di diciotto anni, Fermo Angioletti e Mario Baricchi, furono uccisi dalle forze dell’ordine che fermarono l’assalto degli anti- interventisti al teatro Ariosto. A Mario e Fermo due anni fa Reggio ha dedicato una targa in bronzo sul luogo dell’eccidio, inaugurata dal sindaco Luca Vecchi.

Il corpo di Cesare Battisti mostrato dal boia di Trento dopo l'esecuzione

Il corpo di Cesare Battisti mostrato dal boia di Trento dopo l’esecuzione

“Vogliamo ricordare – ricordano gli organizzatori della conferenza che i confini d’Italia sono stati disegnati con il sangue di Cesare Battisti, ed è inaccettabile questo revisionismo di alcuni reggiani nei sui confronti”.
Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *