“Anch’io sono Francesco Fantuzzi”
Iren, un portavoce nel mirino di un manager ben pagato

di Mario Guidetti

 

Caro direttore,

ho recentemente letto il botta e risposta fra “un ben pagato
(ovviamente meritatamente) dirigente al massimo livello di Iren SpA” e
Francesco Fantuzzi, “portavoce”  dei piccoli azionisti.

Mi permetto di intervenire come piccolo investitore che sottoscrisse le
azioni di Enia perché voleva che quella azienda (ex Agac), fatta con le
mani e le artriti dai nostri avi, diventasse una SpA ad “azionariato
popolare a controllo pubblico”.

Gli azionisti di riferimento fecero poi
scelte da me non condivise con l’approdo finale (!?) in….Iren SpA, la
quale, seguendo  <le leggi del mercato> è diventata un “moloch” .
Risultato per gli investitori della prima ora: una perdita economica.

Ma il punto del mio intervento non è questo, bensì il fatto che a
Francesco Fantuzzi, “portavoce dei piccoli azionisti” sia imputata (almeno
è questa la mia impressione, ma si sa, potrei anche sbagliare, assodato
che io non ho un curriculum alto qualche centimetro) una sorta di
“millanteria”.

Quel “ben pagato dirigente al massimo livello” anziché fare
come fece Andrea Viero che si confrontò, positivamente, coi piccoli
azionisti (“portavoce” Francesco Fantuzzi), ha preferito inviare una
(più?) raccomandata con ricevuta di ritorno (pagata anche da noi
azionisti) per elencare, propedeuticamente (sic), i distinguo fra il
definirsi/essere…..o definirsi/essere……

A quel personaggio, io, piccolo azionista, dico: “Je suis Francesco
Fantuzzi”.

A quel personaggio dico che se Francesco Fantuzzi, si definisce “portavoce
dei piccoli azionisti”, io apprezzo e lo ringrazio perché lui  si assume
la responsabilità di ciò che scrive e che mi pare affermi di non ricevere
risposte esaustive.

A quel “ben pagato dirigente
al massimo livello”  segnalo anche che ciò che dicemmo io (è
registrato), il “portavoce” Fantuzzi ed altri piccoli azionisti  alle
passate Assemblee della Società che eroga il suo stipendio e “munifici
benefit”, lo stanno ora dicendo anche autorevoli rappresentanti delle
Municipalità, socie di Iren SpA.
Lo ripeterò alla prossima Assemblea.

Ad malora , con un appello allo stimato Presidente Peveraro: “Batta un
colpo! Noi risponderemo”.
Un ironico suggerimento a Francesco Fantuzzi: “In futuro, si firmi
“zanzara dei piccoli azionisti”.

Be Sociable, Share!

2 risposte a “Anch’io sono Francesco Fantuzzi”
Iren, un portavoce nel mirino di un manager ben pagato

  1. waterboy Rispondi

    21/02/2017 alle 18:07

    Io NON sono Francesco Fantuzzi:
    – perché non amo il pressapochismo casareccio implicito nel definirsi “portavoce” dei piccoli azionisti senza esserlo;
    – perché i piccoli azionisti hanno l’interesse che la loro azienda vada bene e che gli interessi degli azionisti maggiori non prevalgano sui propri (cosa che Fantuzzi non fa, lui la vorrebbe fallita);
    – perché gli esposti alla Consob sono cose serie che non si fanno così, tanto per fare e senza averne il titolo, sono segnali negativi che chi tiene all’azienda non dovrebbe fare a cuor leggero;
    – perché non mi interessa la popolarità “contro” imbracciando facili slogan ed imbastendo discutibili sceneggiate (tipo quella in accappatoio al Park Vittoria).

    • Francesco Fantuzzi Rispondi

      27/02/2017 alle 11:53

      Waterboy,
      uno pseudonimo buono solo per proferire amenità e insulti in salsa pressapochistica e casereccia:
      – non mi sono mai autodefinito portavoce, sono stato a ciò indicato e delegato dai Piccoli azionisti;
      – non ho mai desiderato che Iren fallisca: mi limito ad analizzarne il bilancio e gli investimenti faraonici e in perdita contro gli interessi dei piccoli azionisti;
      – l’esposto alla Consob da noi presentato è talmente serio da avere tutti i crismi; negativi sono a nostro avviso i comportamenti aziendali cui si rivolge, non l’esposto stesso;
      – quanto alla popolarità “contro”, lascio rispondere alle decine di proposte “per” la città prodotte in questi anni, anche in accappatoio.
      Se avrai la bontà di uscire dal comodo anonimato, sarò lieto di offrirti un caffè, scoprirai una realtà molto diversa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *