A Iano ronde coi manganelli e chat tra vicini per difendersi dai ladri
E funziona

di Giulia Paltrinieri

9/2/2017 – Una chat tra vicini per difendersi dai ladri d’appartamento. A Iano di Scandiano un gruppo di cittadini, stremati dai continui furti, ha deciso di organizzarsi per scendere in strada e cercare, con i propri mezzi, di allontanare i malviventi. Parliamo di vere e proprie ronde di quartiere, nelle quali i residenti di via Berlinguer e via Resta cercano di spaventare i ladri armandosi addirittura di manganelli.
Il meccanismo è semplice: chi nota una vettura sconosciuta o una presenza sospetta manda un messaggio nella chat “dei vicini” e lancia l’allarme. Chi è disponibile allora esce di casa a controllare la situazione. L’obiettivo è che la presenza costante di persone in strada funga da deterrente e metta in fuga i malintenzionati in agguato.
«Tutto questo nasce perché ci siamo davvero stancati di furti e rapine. Ispirandoci a quello che hanno fatto anche ad Arceto, abbiamo pensato di organizzarci per tenere controllato il quartiere», spiega uno dei residenti della zona. «Via Berlinguer è una strada chiusa, siamo pochi e ci conosciamo tutti. Quando vediamo auto sospette o quando i nostri cani abbaiano e sono agitati, ci scriviamo un messaggio su whatsapp e facciamo delle ispezioni».
A dire dei cittadini infatti, gli episodi di furto in appartamento sono in costante crescita: solo nell’ultimo mese sarebbero stati almeno sei.

«Se funziona? Sembra di sì – spiega uno dei residenti – qualche sera fa ad esempio abbiamo notato qualcosa di sospetto, siamo usciti in strada e abbiamo notato un’auto che fuggiva a grande velocità. Allora ci siamo tranquillizzati, ma dopo poco abbiamo notato che i cani erano irrequieti e la cosa non ci lasciava in pace. Ci siamo di nuovo messi in contatto e abbiamo visto ancora una vettura scappare velocissima. Una signora poi ha trovato una grondaia staccata e impronte di fango sul muro. Capito? Ci avevano provato di nuovo».
A volte basta la presenza di qualcuno per tenere lontani i malviventi, a volte però alcuni cittadini sono scesi in strada addirittura “armati” di mattarello. «Non dovremmo, lo sappiamo, ma chiamare i carabinieri spesso si rileva inutile. Allora noi ci difendiamo da soli». Insomma, se i tradizionali sistemi di sorveglianza non funzionano, per cercare sicurezza i cittadini del nuovo millennio scelgono whatsapp.

(DALLA VOCE DI REGGIO EMILIA)

Be Sociable, Share!

3 risposte a A Iano ronde coi manganelli e chat tra vicini per difendersi dai ladri
E funziona

  1. Marco Rispondi

    09/02/2017 alle 23:17

    Oh ma allora è un vizio! Iano o Jano di Scandiano! Liano è un paesino in provincia di Bologna. Questo pressapochismo giornalistico è veramente imbarazzante nell’era di Google.

    • Pierluigi Rispondi

      10/02/2017 alle 00:24

      Chiedo scusa per l’errore, a nome della Voce. Carenza di controllo, purtroppo succede,e ci sono cascato anch’io con la foto di Bedeschi. In quanto a reggio report, la dizione Iiano è chiaramente un refuso, prontamente corretto grazie alla Sua reprimenda. Mi attengo comunque alla dizione Iano, che mi risulta sia quella giusta. GRazie ancora.

  2. MaxM Rispondi

    06/12/2018 alle 15:59

    Se non si risolverà il problema alla radice purtroppo queste risulteranno essere solo lodevoli iniziative di cittadini ultraesasperati dalla presenza ormai da tempo ben oltre il tollerabile di ogni tipo di schifo… Rumeni e zingarame vario in primis,i negri invece(io sono di Roma)sono bravissimi nello spaccio e nelle elemosina(nigeriani,c’è una mafia dietro questo triste fenomeno…. Triste perchè ci sono troppi italiani che danno soldi a questi invasori che la boldrini dovrebbe avere il buon gusto di portarsi a casa sua,nutrire sia di alimenti che sessualmente,visto che tra loro,bangladesi e pachistani stanno gareggiando per i tre posti del podio per stupri,violenze,fare a pezzi e drogare le donne. Se invece le forze dell ordine e quì Salvini ha tempo per agire meglio e molto più a fondo),mentre i”RAMIFICATI”(nel senso che rubano ANCHE E SOPRATUTTO il rame),ovvero rumeni e albanesi e altri”begli”elementi dall est sono appunto specializzati negli spregevolissimi e MAI TROPPO PUNITI FURTI E SOPRATUTTO VIOLENZE IN VILLA… Dicevo…il problema andrebbe risolto alla(MALA)radice,ma temo che non si tornerà più indietro e lo stesso Salvini fa distinzione tra immiGRATIS”regolari”e non.
    Per me non esistono immiGRATIS “regolari”e ricordiamo inoltre(a meno che c’è ancora qualche corrotto in malafede,servo di soros o della boldrini e quindi passibile di ALTO TRADIMENTO IN UN PAESE NORMALE o in”buonafede”che ha le idee confuse,ma sempre…sempre meno per fortuna,che li difende,voglio ricordare inoltre che ogni casa o/e posto di lavoro per uno di questi quì è UN POSTO/CASA IN MENO PER UN ITALIANO…
    In un paese appunto normale questo dovrebbe bastare per un’avversione totale e decisa contro qualsiasi immi(POCO)grato non europeo(per europeo intendo ben pochi popoli non oltre la vecchia cortina,ma con una spiccata simpatia per il popolo russo e il suo grande condottiero!!
    Quindi visto che se ne torneranno mai nei loro paesi,questo governo dovrà fare opera di pulizia profonda di questa magistratura rossa pro distruzione dell’Europa,di sensibilizzazione con altrettanto repulisti dei media main stream iniziando magari dalla Rai visto che ora c’è Foa come direttore,uomo di rettitudine morale oltre che ebreo dall’intelligenza fine e poi soprattutto Sky e Mediaset,che bisogna dire CHE NON SI È MAI ASSISTITO A MEMORIA D’UOMO di attacchi così virulenti e continui da parte di questa stampa verso questo nuovo esecutivo,VOTATO DALLA PIÙ ALTA PERCENTUALE DI ITALIANI(dei quali questi pennivendoli hanno zero rispetto,SOPRATUTTO QUANDO SPUTANO SUL REDDITO DI CITTADINANZA TIFANDO APERTAMENTE PERCHÈ NON SI FACCIA,TANTO…..QUALCHE MIGLIAIO DI LORO CONNAZIONALI MENO FORTUNATI DI LORO CHE MUOIONO DI FAME…CHE DIFFERENZA FA PER LORO?!? Mi fanno ribrezzo)dal dopoguerra che neppure nell’Argentina di Videla si è vista….
    La differenza è che questa Stampa lercia…va contro…gli interessi del popolo,QUANDO GOVERNAVANO MONTI O RENZI SI SONO MAI SENTITI BLATERARE per le centinaia di schifezze,spesso contro costituzione,fatte da questi immondi servi di padroni senza scrupoli??!?
    Alla povera gente di questo paese emiliano e non solo a loro dico che FANNO PIÙ CHE BENE AD ORGANIZZARSI,ma come detto fatelo con intelligenza,ANCHE SE QUANDO QUALCUNO METTE A RISCHIO L’INCOLUMITÀ DELLA PROPRIA FAMIGLIA SI FA FATICA AD ESSER’LUCIDI,ma fin quando la magistratura sarà terra di togati stalinisti possiamo solo resistere…
    Avete la mia più grande comprensione!!!

Rispondi a MaxM Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *