Quarta vittoria in 5 gare della Reggiana targata Menichini: “Vittoria ottenuta con la giusta determinazione”.

di Carlo Codazzi – Continua la striscia positiva di mister Menichini che ha totalizzato 13 punti in 5 gare: “Sembrava facile vincere in casa dell’ultima della classe – ha commentato il trainer granata -, ma non lo era. Siamo stati noi a far diventare facile la partita col Fano giocando con la giusta determinazione. Abbiamo pressato alto dall’avvio per non far giocare l’avversario che aveva davanti grande fisicità con giocatori come Fioretti, Germinale e Gabbianelli che potevano essere pericolosi nelle mischie se li avessimo aspettati. Dobbiamo sempre fare possesso e far correre a vuoto gli avversari perchè se buttiamo via la palla l’avversario la prende e la gioca; bisogna riposarsi con la palla per poi giocare in profondità e chiudere le gare. Il gol dell’1-0? Una grande giocata di Genevier preparata in settimana. L’esclusione di Marchi? Qualcuno avrà pensato male a sproposito perché Ettore soffriva di torcicollo, poi stamattina si è svegliato accusando una forte nausea che lo ha debilitato. Gli ho parlato e mi ha detto che non ce la faceva, ma Guidone ha fatto una buona prestazione al pari  di tutta la squadra”.

Guidone, considerato da molti definitivamente una riserva, inserito all’ultimo si è fatto trovare pronto: “La nostra forza è che non ci sono titolari e riserve, ma giocatori intercambiabili che possono sostituire altri compagni a seconda delle mie necessità. Tutti siamo al servizio del gruppo e il gruppo è al servizio del singolo”. Nel prossimo turno la Regia affronterà il Padova in un atteso big match: “Sarà una battaglia con una grande che ha speso molto sul mercato in cui metteremo tanta voglia di continuare questo percorso positivo. I difetti riscontrati contro il Fano? A volte abbiamo sbagliato qualcosa in fase di ripartenza e alcune scelte in attacco, ma abbiamo giocato un ottimo calcio”.

Schierato a sorpresa Marco Guidone ha segnato in avvio di gara ipotecando la vittoria: “Ho saputo in mattinata che avrei giocato causa il malessere di Marchi – le parole di “Big Drive” -.  Sono contento perché è andata bene. Il gol? E’ stato un po’ studiato perché sapevamo che la difesa del Fano soffre i palloni dietro la linea a causa della sua lentezza: Gael appena mi ha visto partire e me l’ha messa subito, io ho cercato di mettermi la palla a posto e di tenere il difensore dietro, poi ho visto che il portiere stava muovendosi e ho calciato nell’angolino. Nella ripresa il mister ci ha chiesto di tenere palla e questo ci ha pagato con il secondo gol nato da un’azione perfetta senza egoismi da parte di Carlini e Sbaffo che hanno permesso a Bovo di segnare a botta sicura. Marchi contestato? Ettore ha fatto grandi prestazioni anche senza segnare. Personalmente, con lui ho legato molto e non c’è rivalità fra noi. Sono il capocannoniere della Regia? Non decido la formazione e cerco di farmi trovare pronto. Ora “guferemo” le prime”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *