Max Menetti: “Giocheremo per vincere la Coppa, c’è da superare la Betaland rivelazione del Campionato”.

di Carlo Codazzi – La festa degli innamorati di quest’anno sarà da ricordare per Max Menetti perché gli ha portato in dote Jawad Williams, ex dei Cavs di Lebron James, presentato ufficialmente dalla Grissin Bon, in mattinata, allo StoRE: “Williams ha avuto un ottimo impatto col nostro ambiente – ha detto soddisfatto il coach – e si vede che è un giocatore esperto. I tempi del suo ambientamento saranno più brevi del solito perchè sa come inserirsi in una squadra nuova. Jawad ha esperienza anche nel sapere cosa può dare a una squadra nell’immediato con soli 3 allenamenti alle spalle. Senz’altro darà un contributo importante per il suo talento e per la sua fisicità, inoltre potrà dare fiato a Polonara. Alla bisogna abbiamo anche sperimentato Strautins da n. 4”.

Max Menetti, coach Grissin Bon

Max Menetti, coach Grissin Bon

Settimana cortissima di lavoro per la Grissin Bon dopo l’exploit di Venezia: “Abbiamo lavorato senza problemi e questa è già una notizia – ha proseguito Menetti – perché lavoro e salute sono la medicina che ci serviva. Out c’è solo Gentile che sta seguendo il percorso necessario per il suo rientro, mentre Aradori si è allenato per 2 giorni consecutivi senza problemi”. Giovedì quarto di finale di Coppa Italia, a Rimini, contro Capo d’Orlando: “E’ giusto ricordare che ci approcciamo alla quinta F8 di Coppa Italia consecutiva – la sottolineatura di Max -. Giocheremo per vincere la coppa, ma la Betaland sarà un ostacolo duro perchè è la rivelazione del campionato, in più sarà motivata e arrabbiata per la sconfitta subita domenica scorsa in casa con Trento”. La Grissin Bon ha cambiato volto, ma anche la Betaland presenta delle novità, a partire dalla partenza di Fitipaldo: “Sostanzialmente l’Orlandina non ha mutato tanto perché in Nikola Ivanovic ha trovato un giocatore meno appariscente nei numeri di Fitipaldo, ma con la stessa efficacia. Cosa cambierà rispetto al match di andata di campionato? Una gara di campionato non ha nulla da spartire con un match di coppa che fa storia a sé. Sarà una gara in cui servirà anche l’energia di Reynolds”. Cosa ha detto a Menetti la vittoria di Venezia? “Ho visto più continuità in difesa e il fatto che siamo riusciti a prendere i vantaggi che dovevamo prenderci. Bravi anche a capire che Reynolds andava servito con continuità al pari di Riccardo, ma dobbiamo migliorare l’esecuzione dei nostri giochi e il  livello difensivo”. Il coach ha accennato alle qualità della Betaland: “Il grandissimo collettivo è la sua forza, dei punti deboli non parlo. Quanto è favorita Milano? Sono i favoriti perché sono Milano, giocano l’Eurolega e attraversano un buon momento”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *