Reggiana-Modena: le pagelle granata del “Derby del Secchia”.

Partita maschia giocata dalla Reggiana in modo più esperto rispetto al passato. Ecco i voti dei singoli:

Le formazioni di Reggiana e Modena prima del fischio d'inizio.

Le formazioni di Reggiana e Modena prima del fischio d’inizio.

Perilli: Sempre puntuale nei disimpegni e nell’ordinaria amministrazione. Anticipa perfettamente Diop nel primo tempo e anche nella ripresa. Voto 6.5

Ghiringhelli: benino in fase di copertura, ma poca roba a livello offensivo, anche per l’ottimo lavoro difensivo sulle fasce da parte del Modena. Voto 6.

(dal 27’st Sabotic: pochi minuti per poterlo realmente giudicare, ma copre come deve. Rischia il rigore nel finale quando interviene su Diop. Voto 6)

Spanò: perfetto anche sulle palle alte, pur non essendo un vatusso, gioca una partita impeccabile. Bravissimo anche nelle chiusure in diagonale. Voto 7

Rozzio: un colpo di testa ad inizio gara col quale ha sfiorato il gol; perfetto dietro, anche negli anticipi. Voto 7.

Contessa: è appena arrivato, chiude ottimamente i varchi facendo una buona fase difensiva. E’ mancato invece un po’ in fase di spinta, dove ce lo aspettavamo più pimpante. Voto 6.

Bovo: ha recuperato i soliti mille palloni e si è reso anche pericoloso davanti in un paio di azioni. Voto 6.5.

Genevier: è l’uomo di personalità che serviva; fa quel che deve e dà grande ordine alla manovra. Voto 6.5.

Sbaffo: ha sfiorato il gol di testa: la sua palla era indirizzata in fondo al sacco, poi ci ha pensato Carlini a completare l’opera. Raccatta palloni e li gioca bene. Voto 7.

(dal 33’st Calvano. Fa legna come deve e porta a casa il suo. Voto 6)

Cesarini: vivace anche da seconda punta, attacca bene gli spazi e conclude anche a rete, oltre ad essere un uomo assist. Gli manca solo il gol. Voto 6.5

Carlini: tantissimo movimento da trequartista, bavo anche in fase di non possesso; attacca molto bene gli spazi ed è preciso col pallone tra i piedi. Sublime nel gol partita con quella perla balistica. Voto 7.5.

Marchi: ha attaccato la profondità tante volte, liberando spazi per gli inserimenti di Carlini e Cesarini. A livello di conclusioni non ha mai trovato la porta, ma ha fatto un grosso lavoro. E’ in crescita. Voto 6,5. (da LA VOCE -L.C.)

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *