Rompe un dito all’amante: parroco condannato a 2 mesi
Lei gli aveva tirato una statuetta della Madonna

18/1/2017 – Un prete è stato condannato a due mesi di carcere per avere fratturato in canonica un dito a quella che era stata per cinque mesi la sua perpetua e amante.
    Ma è stato assolto dall’accusa di violenza sessuale (per induzione) perché la perizia psichiatrica disposta dal Tribunale di Ravenna ha stabilito che la giovane, pur segnata da gravi problematiche emotive, era consapevole delle sue azioni.
    Si è chiuso così il rito abbreviato condizionato a carico di don Alessio Baggetto, 43 anni, all’epoca dei fatti, nel 2013, parroco di Punta Marina Terme, sul litorale ravennate. Per lui la Procura aveva chiesto due anni e mezzo di reclusione. Mentre la difesa – avvocato Enrico Maria Saviotti – aveva chiesto l’assoluzione anche per le lesioni in quanto il prete si sarebbe semplicemente difeso dal lancio di una statuetta in gesso della Madonna. La ragazza – una 26enne
dell’est europeo il cui amministratore di sostegno è l’avvocato Christian Biserni – nel frattempo si è sposata e vive a Roma.
(fonte: ansa.it)

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *