Primo Tricolore: il presidente Mattarella a Reggio
Cachet di 5 mila euro a Galli della Loggia per la prolusione al Valli
Un drappo tricolore lungo 1.979 metri

6/1/2016 – Costa 5 mila euro l’incarico affidato dal Comune di Reggio Emilia allo storico e editorialista Ernesto Galli Della Loggia per la prolusione al teatro Valli in occasione delle celebrazioni di domani 7 Gennaio nel 220° anniversario della nascita del Primo Tricolore  celebrazioni che avranno come protagonista il presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Tre i principali momenti delle celebrazioni della mattinata: l’Alzabandiera e gli onori militari in piazza Prampolini, l’incontro con gli studenti in sala del Tricolore e gli interventi istituzionali al teatro Valli.
Qui la prolusione sui valori della bandiera sarà tenuta, come dicevamo, dallo storico e giornalista, Ernesto Galli della Loggia. Come si legge nella determina d’affidamento dell’incarico di prestazione occasionale al noto giornalista, per una spesa complessiva di 5 mila euro, è consuetudine dell’Amministrazione comunale “affidare, in tale momento, ad autorevole personalità la prolusione sul valore storico, culturale e sociale del Tricolore”.

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella

La particolare e altamente specifica qualificazione richiesta dalla particolarità dell’evento “motivano il ricorso all’affidamento diretto della prestazione”, si legge ancora nell’atto firmato dal dirigente Massimo Magnani che scrive: “in accordo con gli uffici della presidenza della Repubblica, è stato individuato quale autorevole personalità del mondo della cultura il prof. Ernesto Galli della Loggia, storico e giornalista di chiara fama”.
Infine si specifica che il conferimento “è annoverato nel Programma triennale degli incarichi 2016-2018, nell’ambito ‘incarichi per l’educazione e la cultura’, secondo la delibera approvata dal Consiglio comunale il 26 aprile del 2016.

Ernesto Galli della Loggia

Ernesto Galli della Loggia

Una cifra, quella prevista per l’intervento di Galli Della Loggia, che ha suscitato qualche perplessità, considerando anche il momento in cui viene svolta la cerimonia di commemorazione del Primo Tricolore e le condizioni economiche e sociali del Paese. Un gesto di liberalità sopra le righe anche se paragonato allo stile sobrio a cui la uscite del Presidente della Repubblica ci ha abituato. Par di capire che il Quirinale abbia concordato sul nome dell’invito, ma non sia entrato nel dettaglio della spesa, curata dall’amministrazione reggiana.

(Dalla Voce di Reggio Emilia)

PRIMO TRICOLORE: IL PROGRAMMA DELLE CELEBRAZIONI. UN DRAPPO TRICOLORE LUNGO 1.797 METRI
Tra le novità di quest’anno: l’apertura del rinnovato Museo del Tricolore – la sede di palazzo Casotti è stata ampliata con ulteriori spazi espositivi oggetto di restauro e con accessi più funzionali, arricchita fra l’altro con laboratori didattici e segnaletica di comunicazione – e l’inaugurazione della mostra permanente Novanta artisti per una Bandiera, nuovo patrimonio del museo; il defilamento per le strade del centro storico del grande Drappo Tricolore, lungo 1797 metri – numero che corrisponde per altro all’anno di nascita del Primo Tricolore – che percorrerà le strade del centro, sorretto da centinaia di giovani.
La Banda dell’Arma dei Carabinieri dedicherà alla festa della bandiera un appuntamento musicale.

Con il presidente Mattarella, ai tre principali momenti delle celebrazioni della mattina – gli Onori militari, l’Alzabandiera e l’Inno di Mameli in piazza Prampolini; l’incontro con gli studenti in Sala del Tricolore (a invito) e gli interventi istituzionali al teatro Municipale Romolo Valli – partecipano il sindaco di Reggio Emilia Luca Vecchi; il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini; il presidente della Provincia Giammaria Manghi.
Questo il programma della giornata. Alle  ore 10.30 piazza Prampolini, iInizio della Cerimonia alla presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, del sindaco di Reggio Emilia Luca Vecchi, delle Autorità civili e militari. Onori al presidente della Repubblica, Alzabandiera ed esecuzione dell’Inno Nazionale.
Alle 11 Sala del Tricolore Cerimonia di consegna della Costituzione della Repubblica Italiana agli studenti (ingresso ad invito). Alle 12.15 teatro Municipale Romolo Valli, piazza Martiri 7 Luglio, alla presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, gli interventi del sindaco di Reggio Emilia Luca Vecchi; del presidente della Provincia di Reggio Emilia Giammaria Manghi, del presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini Prolusione del professor Ernesto Galli della Loggia.

Ad anticipare il programma della giornata, dalle 10 alle 10.15, sarà il suono della Campana civica, a cura dell’Unione Campanari reggiani.
Alle  ore 11.30 piazza Gioberti defilamento del Drappo Tricolore di 1797 metri per le vie del centro storico. Iniziativa promossa da Associazione nazionale reduci di prigionia (Anrp) e Lions International distretto 108 Tb in collaborazione con il Comune di Reggio Emilia (in caso di maltempo, la cerimonia sarà annullata).
Alle ore 15 palazzo Casotti – piazza Casotti 3, apertura inaugurale al pubblico del rinnovato e ampliato Museo del Tricolore e della mostra permanente “Novanta artisti per una Bandiera”, opere d’arte contemporanea ispirate al Tricolore italiano. Cerimonia promossa da Comune di Reggio Emilia.
Alle ore 15.30 Sala del Tricolore (piazza Prampolini 1): la Bandiera Tricolore e l’Inno. Cerimonia di consegna degli opuscoli “La bandiera Tricolore e l’Inno” a tutti i presenti in occasione del 70° anniversario della visita dell’allora presidente della Repubblica Enrico De Nicola. Insieme con le autorità, saranno presenti alcuni ragazzi della scuola Mameli di Montecavolo. Questa cerimonia promossa dall’Associazione nazionale Comitato Primo Tricolore.
In forma privata Mattarella si recherà in vista a Casa Cervi.
Alle 18.30 teatro Municipale Romolo Valli, concerto della Banda dell’Arma dei Carabinieri (iniziativa promossa dal Rotary e dall’Arma del Carabinieri in collaborazione

Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. Nicola Rispondi

    06/01/2017 alle 17:13

    Questi compensi, visto anche il difficile contesto economico del paese e di Reggio, sono assolutamente ingiustificabili! Anche per uno storico del valore di Ernesto Galli della Loggia

Rispondi a Nicola Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *