La polizia becca pusher tunisino mentre seppellisce in un campo un sacchetto di cocaina
E’ l’arresto n° 18 della Squadra Mobile nel 2016

1/1/2017 – Un magrebino di 34 anni è stato arrestato dalla Polizia e portato in carcere, dove ha “festeggiato” l’arrivo del 2017.

Una pattuglia della Squadra Mobile, nel corso dei servizi preventivi disposti dal questore Isabella Fusiello per le festività, lo ha colto sul fatto mentre seppelliva un sacchetto con 27 grammi di cocaina in un campo alla periferia di Reggio Emilia.

L’uomo – conosciuto a causa dei suoi precedenti per traffico di droga – è comparso in Tribunale il 31  dicembre: il giudice ne ha disposto la custodia cautelare in carcere.

Una pattuglia della Squadra Mobile lo ha riconosciuto mentre scendeva dalla macchina e si dirigeva verso un campo del forese di Reggio. Lì dopo un po’ di cammino tra i filari si è fermato e si è abbassato come una persona intenta scavare.

Ai poliziotti è apparso evidente che stava sotterrando qualcosa e hanno così deciso di continuare il pedinamento, mentre un’altra pattuglia andava nel campo a controllare cosa avesse nascosto.

 E così da una piccola buca è saltato fuori un involucro con polvere bianca, risultata poi essere cocaina per un quantitativo di 27 grammi. Avuta conferma del rinvenimento della droga, l’altra pattuglia provvedeva a fermare il magrebino, che aveva con sé un’altra dose di cocaina.

Per il pusher, Noureddine JANAH , di 34 anni, nato in Marocco, sono scattate le manette. Quindi il giudizio per direttissima ieri mattina e il trasferimento alla Pulce.

Al magrebino venivano sequestrati anche 1.900 euro in contanti; somma ritenuta provento dall’attività di spaccio poiché incompatibile con il reddito del marocchino  soggetto.

L’attività di sequestro e confisca del denaro ai pusher ha portato, nell’anno appena concluso, al sequestro, da parte della sola Squadra Mobile, di 157.000 euro in contanti. Sempre la Mobile nel 2016 ha proceduto a 18 arresti.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *