“Il Piano lupo non preveda abbattimenti”
Appello di Wwf Young a Gentiloni

30/1/2017 – Un appello, rivolto al presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, per far si che “nel ‘Piano Lupo’ sia scongiurato il rischio di abbattimenti”.

A lanciarlo è ‘Wwf Young’, nuova comunità di giovani attivisti e ricercatori provenienti da tutta Italia,  riunita a Bologna. “Le chiediamo, signor presidente di non riportarci indietro di quarant’anni – si legge in una nota – al tempo del ‘lupo cattivo’ delle favole”.

Animali: lupo curato resta selvatico e torna libero

Di fatto, viene sottolineato, “l’unica strada è quella della prevenzione dei danni, praticabile grazie ai fondi già disponibili dei Piani Sviluppo Rurale, per aiutare concretamente gli allevatori e rendere i metodi di allevamento compatibili con la presenza spontanea del lupo”.
A giudizio degli esponenti di ‘Wwf Young’, infine, “le esperienze di altri Paesi europei come Spagna e Francia, hanno dimostrato come il prelievo dei lupi non abbia affatto diminuito i conflitti ma, al contrario, aumentato il bracconaggio”.

Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. orietta schiavi Rispondi

    30/01/2017 alle 15:18

    Condivido pienamente Sig. Presidente del Consiglio intervenga affinche’ non venga introdotto in nessuna regione d’Itlia l’abbattimento selettivo del Lupo. Il Lupo e’ necessario come lo e’ il cane il gatto la mucca la pecora ecc.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *