Cinesi contro cinesi Spedizione punitiva a Cadelbosco: devastato il bar Matai

Dalla Voce di Reggio Emilia

24/1/2017 – Una probabile faida tra cinesi, quella andata in scena domenica sera, al Bar Matai, in centro a Cadelbosco Sopra.
Alcuni residenti riferiscono che verso le 21.30 – 22 una banda formata da 5 (o forse addirittura 6) asiatici è entrata nel locale di Ye Jun, armata di bastoni, coi quali ha messo a soqquadro il locale, distruggendo tutto quello che gli capitava a tiro, soprattutto le macchinette videopoker.

Il Matai Cafè a Cadelbosco

Il Matai Cafè a Cadelbosco

Non sono ancora chiari i motivi che abbiamo spinto a tanta violenza la “banda di asiatici” anche perché ieri, all’interno del bar le bocche erano cucitissime. Sulle prime, sembrerebbe che alla base del raid ci possano essere stati screzi connessi al gioco, in particolare ai videpoker. Forse una parola di troppo da parte dei gestori del locale che ha scatenato la violenza della banda di connazionali. Non è dato sapere se i titolari del Bar Matai abbiano o meno sporto denuncia, tuttavia sulla vicenda stanno indagando gli inquirenti. Il movente dello “sgarro” che ha scatenato la violenza pare dovuto a screzi connessi col gioco d’azzardo, anche perché, nella nostra zona, la mafia della Grande Muraglia non avrebbe alcuna radice, essendo invece radicata nelle zone in cui l’imprenditoria cinese è più strutturata in medie grandi aziende.

(dalla Voce di Reggio Emilia)

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *