Casina, bando pubblico per trovare un’assessore donna
Plauso di Pagliani: “E’ la scelta più trasparente e intelligente, altro che i maneggioni del Pd”

10/11/2016 – “Il sindaco Stefano Costi di Casina, il suo vice Maurizio Cineroli e la maggioranza che governa Casina hanno compiuto la scelta più opportuna e normativamente corretta”. L’avvocato Giuseppe Pagliani, consigliere provinciale di Terre Reggiane- Forza Italia commenta così l’iniziativa dell’amministrazione comunale di Casina, 4 mila 500 abitanti,  di lanciare un bando pubblico per un assessore donna, bando che scade il 30 gennaio.

Giuseppe Pagliani

Giuseppe Pagliani

La candidata dev’essere residente a Casina, non avere conflitti d’interesse, avere una certa esperienza e  condividere il programma di Casina Bene Comune, la lista civica di Stefano Costi che a giugno ha vinto le elezioni a seguito del ballottaggio con la lita Pd, dopo che il voto si era concluso in perfetta parità.  Una scelta coraggiosa, certamente contro corrente, che si spiega con la sollecitazione del difensore civico regionale di nominare almeno una donna assessore.

Stefano Costi

Stefano Costi

” Nonostante avessero provato un precedente impegno a trovare assessori donna per la comporre la giunta comunale – scrive Pagliani – Costi e la sua maggioranza  hanno ricevuto un’ulteriore indicazione dal difensore civico regionale che ha impegnato in modo più solenne il sindaco  a cercare qualche forma alternativa riguardo alla ricerca di future possibili amministratici di sesso femminile. In ossequio alla norma ed alle indicazioni pervenute dal difensore civico hanno scelto la modalità più trasparente – sottolinea il consigliere azzurro –  pubblica ed intelligente per individuare una o più possibili amministratrici per il comune della montagna reggiana.
La serietà e la democraticità di una proposta pubblica è un esempio che differenzia Costi dalle altre amministrazioni locali della sinistra reggiana,  solite a maneggiare in modo torbido  mai trasparente incarichi e nomine pubbliche.
Pertanto rigetto al mittente le accuse dell’ex sindaco sconfitto Rinaldi e rivolgo un plauso al Sindaco Stefano Costi, che ha rispettato la legge in modo esemplare>.

 

Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. giuseppe. Rispondi

    11/01/2017 alle 11:55

    Decisione intelligente e democratica, stimolando anche i cittadini a partecipare alla cosa pubblica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *