Alessandro Frosini annuncia un altro colpo in entrata della Grissin Bon: “Un numero 4 per rimpiazzare Lesic”.

di Carlo Codazzi – La Pallacanestro Reggiana ha rinforzato il roster con gli innesti di Rimas Kaukenas e Jalen Reynolds, ma nelle intenzioni della società biancorossa il mercato in entrata non è concluso perché il momento nero della squadra sta mettendo in discussione l’approdo ai play off: “Ci saranno altri movimenti  – ha confermato il diesse biancorosso Alessandro Frosini – . Stiamo pensando di rimpiazzare Sava Lesic che è in uscita cercando di ingaggiare un altro giocatore nel ruolo di n. 4”.

?

Frosini e la società non intendono lasciar nulla di intentato per far sì che la squadra esca dal tunnel: “C’è preoccupazione per il momento no perché la squadra ha fatto una prima parte di stagione bellissima, ma è incappata in questa crisi da cui fatica ad uscire per problemi tecnici, ma anche per gli infortuni che sicuramente l’hanno penalizzata tanto.  fuori per un mese Della Valle e poi Aradori, considerando pure l’infortunio di Gentile, non è uno scherzo perché il 50% del nostro attacco passava per le loro mani. Gentile poteva darci una grossa mano ed è venuto meno e ci siamo trovati in seria difficoltà nella parte produttiva dell’attacco”. Frosini ha spiegato nei dettagli la situazione relativa all’assenza forzata di Pietro Aradori: “Il nostro capitano ha accusato un problema muscolare al bicipite femorale della gamba destra, 2 settimane fa, con Cremona. Non si trattava di una lesione così evidente, ma di un affaticamento muscolare molto importante. Era stato molto bravo lui a fermarsi prima di procurarsi un danno grosso. Abbiamo provato a recuperarlo nella prima settimana facendo molte terapie e recupero muscolare. In seguito abbiamo capito che il problema non era ancora risolto perché non si riusciva a far rilassare il muscolo che era ancora molto duro. Dopo altri 3 giorni di terapie, martedì scorso Pietro ha iniziato ad allenarsi a parte facendo un percorso graduale, poi venerdì ha risentito qualcosa. Stavolta il fastidio non era nello stesso punto del muscolo, ma 8 cm più in basso. Ci siamo allarmati e abbiamo deciso di fermarlo nuovamente cambiando il percorso riabilitativo e le terapie in essere. A questo punto ci auguriamo che dopo Sassari, ovvero da martedì prossimo, possa aggregarsi alla squadra”.

Alessandro Frosini, diesse della Grissin Bon.

Alessandro Frosini, diesse della Grissin Bon.

La crisi non finisce e la Coppa Italia incombe: “Dobbiamo restare uniti e pensare al primo obiettivo che è la Coppa Italia – ha concordato il diesse -. Dovremo presentarci a Rimini al meglio. Fortunatamente, abbiamo messo del fieno in cascina nella prima parte di campionato, ma non possiamo accettare questa situazione – ha concluso lanciando un chiaro avvertimento ad atleti e staff tecnico-. Dico questo a nome della società, ma deve essere lo stesso per i giocatori. Sarebbe più facile per me dare una mano in campo, ma sto facendo il possibile nel mio attuale ruolo per far uscire la squadra da questa situazione”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *