“Trecentomila euro, o faccio deragliare i treni”
Disastro sfiorato, in manette agricoltore di 60 anni

26/12/2016 – Voleva 300 mila euro dai carabinieri per non compiere un attentato contro treni, ma il folle ricatto non è andato in porto.

Scoperto dai militari, l’autore è stato arrestato e rinchiuso nel carcere di Mantova con le gravi accuse di attentato a impianti di pubblica utilità e alla sicurezza dei trasporti. L’uomo, un agricoltore di 60 anni della provincia di Reggio Emilia, aveva messo dei blocchi di cemento lungo i binari della ferrovia Suzzara-Parma e un treno li aveva urtati, per fortuna senza conseguenze per i passeggeri.

ferrovia-suzzara
L’epilogo della vicenda, che si trascinava da oltre dieci giorni, è avvenuto tra la notte di venerdì e sabato, vigilia di Natale, quando i carabinieri hanno arrestato l’attentatore, che sembra abbia agito per non meglio specificati motivi economici e familiari.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *