Stecca di nuovo la Grissin Bon in trasferta. A Varese vince 81-71 l’Openjobmetis. Brutto infortunio a Gentile.

di Carlo Codazzi  – La Grissin Bon non approfitta del primo ko stagionale dell’Armani Milano, sconfitta dalla Reyer a Venezia, e stecca malamente a Varese al cospetto dell’Openjobmetis.Proprio Venezia ha agganciato i biancorossi al secondo posto della classifica di serie A in attesa di sapere se Avellino, impegnata nel monday night a Cantù, si aggancerà anch’essa alla piazza d’onore.

E’ partita bene la Reggiana che è fuggita avanti (7-12) poggiando sul ritmo alto dell’attacco con Cervi protagonista. La reazione di Varese è stata guidata da Maynor e Cavaliero che hanno permesso ai padroni di casa di rientrare sul 21 pari alla sirena di fine 1°quarto.

Nel 2° periodo il cedimento di Reggio che ha perso Stefano Gentile per un grave infortunio ad una caviglia. La zona attuata da Moretti ha rallentato il ritmo dei grissini che non trovavano il canestro dal perimetro e faticavano a cercare Cervi in serata non eccellente. Openjob che si è portata a + 8 (33-25) per poi subire il parziale rientro biancorosso provocato da 8 punti consecutivi firmati da capitan Aradori. Alla pausa lunga Varese ha conservato un vantaggio di 5 lunghezze: 38-33.

Nel 3° periodo Reggio non ha trovato il bandolo della matassa per alzare il ritmo dell’attacco e trovare spiragli nella zona avversaria. Maynor ha continuato a far male spingendo Varese ancora al+8 (44-36). La Grissin Bon si è affidata alla difesa, con De Nicolao protagonista, e si è aggrappata in attacco ad Aradori che ha raggiunto la doppia cifra per primo sul suo fronte e spinto i suoi al -3. Saggio Moretti a chiamare il time out per tamponare il break reggiano. A complicare i piani di Menetti anche i falli: Cervi ha toccato la fatidica quota 5 ed è finito i panchina con ben 13’ ancora da giocare.La Grissin Bon, grazie al suo capitano e alla difesa è riuscita a chiudere la terza frazione ancora a distanza ravvicinata dai varesini in vantaggio (54-49).

Senza il proprio punto di riferimento (Cervi ndr) sotto le plance per la truppa di Menetti era dura tentare la rimonta, ma Varese ha perso palloni sanguinosi che hanno consentito alla Grissin Bon di salire a -4 (60-56). A spaccare la partita ci ha pensato Cavaliero con una tripla che ha fatto esplodere il Pala2A. Con Della Valle con le polveri bagnate dall’arco il rettilineo finale dei biancorossi è diventato un Mortirolo da scalare, così Varese ha toccato un vantaggio in doppia cifra (71-60) sfruttando la fisicità dei suoi lunghi tra cui ha spiccato Kangour. L’ultimo a sventolare bandiera bianca sulla sponda biancorossa è stato Pietro Aradori (alla fine 21 p. per lui) le cui bombe hanno soltanto limitato il margine della sconfitta, comunque pesante. Sirena finale a salutare il trionfo degli uomini di Moretti con il punteggio 81-71. L’Openjobmetis è salita a 8 p. e spera di aver messo il punto alla crisi che l’attanagliava, mentre per la Grissin Bon si aprono interrogativi per la brutta prova offerta sul parquet di Masnago e per il ko di Gentile. Si torna sul mercato?

Tabellino

Openjobmetis Varese-Grissin Bon Reggio Emilia 81-71

Parziali: 21-21; 17-12; 16-16; 27-22.

Progressivi: 21-21; 38-33; 54-49; 81-71.

Openjobmetis Varese: Anosike 10, Maynor 18, Avramovic 7, Pelle, Bulleri 11, Lo Biondo, Cavaliero 10, Kangur 10, Canavesi ne, Ferrero 2, Eyenga 13, M. Johnson ne. All.: Paolo Moretti.

Grissin Bon Reggio Emilia: Aradori 21, Needham 2, Polonara 12, James 4, Della Valle 12, De Nicolao 6, Strautins ne, Cervi 4, Lesic 8, Gentile 2. All.: Massimiliano Menetti.

Arbitri: Sahin – Biggi – Belfiore.

Note – T3: 6/18 Varese, 6/24 Reggio Emilia; T2: 23/39 Varese, 14/34 Reggio Emilia; TL: 17/23 Varese, 25/29 Reggio Emilia. Rimbalzi: 40 Varese (Anosike 13), 27 Reggio Emilia (Polonara 7); Assist: 12 Varese (Cavaliero, Kangur ed Eyenga 3), 7 Reggio Emilia (Polonara e James 2).

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *