Reggio-Parma, il derby dopo vent’anni

19/12/2016 – Dopo vent’anni di attesa questa sera, alle ore 20.45 al Mapei-Città del Tricolore di Reggio Emilia, oltre 17mila persone (ma si potrebbe arrivare quasi a 20mila) potranno vivere il derby di calcio Reggio Emilia – Parma  con tutto il pathos possibile e immaginabile.
Reggio e Parma hanno risposto alla grande al richiamo del derby, una partita da tutto esaurito per la quale si annunciano coreografie splendide nei distinti e in curva, almeno da parte granata anche se i cugini parmensi, certamente, proveranno a non essere da meno sentendo anch’essi da sempre questa stracittadina ricca di fascino.
L’augurio più importante, al di là del risultato, è che fra i tifosi delle due squadre, possa la notte di sport possa dipanarsi, pur nelle rivalità campanilistiche, nel rispetto delle persone, dei ruoli, delle parti e del risultato finale.

Il"pezzo" forte dello Store: la maglia celebrativa del derby Reggiana-Parma.

Il”pezzo” forte dello Store: la maglia celebrativa del derby Reggiana-Parma.

Reggiana-Parma, in passato, ha regalato anche pagine brutte della nostra storia, ma la partita di oggi che chiude il girone d’andata del campionato di Lega Pro (la Reggiana tornerà in campo già venerdì, sempre in casa per sfidare il Bassano), proposta proprio lunedì sera per favorire lo spettacolo nel nome dello sport e di una sana rivalità, dovrà essere l’esempio della correttezza di due tifoserie mature che per essere tali dovranno dimostrare la loro superiorità l’una sull’altra a suon di cori e di coreografie.
Sul campo, sarà un match da 3 punti, forse 6, anzi di più… specialmente se la squadra di Colucci dovesse avere la meglio e quindi spedirebbe i crociati a -9 al giro di boa del campionato, prendendosi al contempo la vetta della classifica in coabitazione col Venezia.
QUI REGGIANA
Mister Colucci, come sempre non fornisce alcuna indicazione sulla formazione che manderà in campo contro il Parma, quindi possiamo soltanto ipotizzare, in base a ciò che abbiamo visto ai campi in questa settimana, la Regia in campo nel derby.
Il modulo sarà di nuovo, come mercoledì contro la FeralpiSalò, il ritrovato 4-3-1-2 che dà maggiori garanzie; non ci saranno gli infortunati Maltese, Sbaffo e Panizzi, tutti convocati gli altri elementi a disposizione.
In porta ci sarà Simone Perilli, mentre davanti a lui mister Colucci ha l’imbarazzo della scelta. A nostro avviso potrebbero partire Trevisan e Sabotic, anche perché ieri, fuori dall’intervista in conferenza stampa, lo stesso trainer granata ha detto che l’ex Salernitana e il ragazzo di origine montenegrina sono tra i giocatori che hanno più cattiveria agonistica rispetto agli altri e in una gara come questa c’è certamente bisogno di figure di questo tipo.
Rozzio comunque resta in pole per un posto vicino a capitan Trevisan, ma staremo a vedere. A destra come non schierare Vasile Mogos, mentre a sinistra potrebbe giocare Giron, con Pedrelli pronto ad entrare nella ripresa, ma anche Ghiringhelli è recuperato. A centrocampo invece non ci sono storie, col trio Calvano, Bovo e Angiulli. E davanti? E’ probabile il ritorno da titolare di Raffaele Nolè, dietro a Manconi e Guidone, mentre Cesarini e capitan Marchi potrebbero entrare nella ripresa ed essere anch’essi grandi protagonisti del derby.
QUI PARMA
Il tecnico Roberto D’Aversa non potrà schierare lo squalificato Canini in difesa, così come non ci saranno gli infortunati Coly e Garufo. In dubbio anche Benassi e Saporetti, mentre scenderà in campo capitan Lucarelli, che fra poco compirà 40 anni, al centro della difesa. A centrocampo Manuel Scavone, con Giorgino e Corapi nel 4-3-3 di D’Aversa, mentre davanti vedremo Calaiò, con Melandri e probabilmente Baraye visto che Nocciolini ha dovuto alzare bandiera bianca.

(dalla Voce di Reggio, Lorenzo Chierici )

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *