Poma comandante della Municipale: un altro pasticcio in Comune
Alleanza Civica: “Il vincitore senza nulla-osta? Selezione da annullare”

23/12/2016 – E’ diventata un pasticcio la nomina di Stefano Poma a comandante della Municipale di Reggio Emilia, al punto che la consigliera di Alleanza Civica Cinzia Rubertelli ha chiesto l’annullamento della selezione.
Una condizione tassativa è che i candidati fossero in possesso del nulla-osta dell’amministrazione di provenienza per la mobilità da posto a posto, pena l’esclusione dal concorso. Cosa che infatti è accaduta a uno dei candidati.

Cinzia Rubertelli

Cinzia Rubertelli

Oggi si scopre che anche il vincitore fosse privo di nulla osta non lo avesse, oppure contenesse una pesante riserva: l’amministrazione di provenienza, il comune di Piacenza, ha deciso di trattenerlo in servizio sino a quando non lo avrà sostituito. Poma dovrebbe essere  a Reggio il 1° gennaio, e per questo la giunta Vecchi, non senza imbarazzo, è corsa ai ripari d’urgenza con una determina dirigenziale per un “comando” provvisorio sino a fine febbraio per tre giorni alla settimana. Ma la questione, dicevamo, è se il nulla-osta di Piacenza c’era o no.
Cinzia Rubertelli, che insieme a Cesare Bellentani aveva prsentato un’interrogazione alla Giunta sui criteri della selezione, gra il coltello nella piaga: «La situazione  dovrebbe fare meditare seriamente sulla necessità di annullare una selezione che ha visto escluso un candidato proprio perchè privo di nulla osta.»
Ora – scrive – «impariamo che  il nuovo Comandante prenderà servizio a Reggio dal primo gennaio, ma solo “in comando” da Piacenza per tre giorni settimanali e non con la prevista procedura “in mobilità”, che interverrà solo a fine febbraio.
La determina dirigenziale recentemente pubblicata dice che è necessario ottenere il “nulla osta” definitivo da parte del nuovo Comandante: ciò significa forse che questo requisito non esisteva per la figura risultata vincente durante la selezione?
E poi se la possiblità di procedere con la sostituzione temporanea “in comando” e non subito “in mobilità” non era contenuta nel bando di selezione, come si può ritenere valida tale procedura?»
Un bel pasticcio – conclude Rubertelli – «che non solo tiene il comando di Polizia Municipale ancora sguarnito, ma politicamente getta ulteriori ombre  su una procedura molto discutibile che andrebbe annullata in autotutela».

(dalla Voce di Reggio Emilia)

Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. Betsy Rispondi

    25/04/2017 alle 05:02

    Quand tu ne trouves plus un nom, essaie de demander à la personne qui a vu l’expo avec toi, parfois ça marche. Le nom de l&toius;arrqste de la vidéo avec le tatouage est Zhou Xiaohu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *