Pedrelli, Manconi e Guidone in coro: “Regia, prima del derby batti il Forlì”.

di Carlo Codazzi – La Reggiana riprende il cammino dopo aver saltato il turno infrasettimanale di campionato (il match col Feralpi Salò si giocherà mercoledì 14 alle 20,30) causa l’impegno europeo del Sassuolo.

Dopo la vittoria di Gubbio i granata giocheranno ancora lontano dal “Città del Tricolore” per affrontare il Forlì, fanalino di coda con 10 punti. Non sarà un testa-coda solo perchè la Reggiana è stata costretta al rinvio della propria gara nell’ultima giornata ed è stata così scavalcata dal Venezia (capolista) e dal Pordenone. Forlì è un crocevia importante per la Colucci band che si sta avvicinando sempre più all’attesissimo derby col Parma: “Avverto l’entusiasmo della gente che ci dà una marcia in più per continuare il nostro bel momento  – ha detto carico Daniele Pedrelli -. Ho vissuto un periodo brutto, è stato difficile star fuori per tanto tempo e non potersi allenare col gruppo. Adesso sembra che tutto vada per il meglio, finalmente, e non vedo l’ora di tornare in campo. Il derby? Prima dovremo far bene con Forlì e Salò. Dovremo essere concentrati su queste gare, vincerle poi penseremo al Parma. Forlì rappresenta un test importante perché i romagnoli sono una buona squadra, anche se sono ultimi, come dimostra il pari che hanno ottenuto a Bassano. Non sarà facile per noi”. Con una Regia che viaggia ad alta velocità non sarà semplice per Daniele trovare un posto da titolare. “L’importante è che adesso posso allenarmi ogni giorno – la risposta dell’ex Inter -per farmi trovare pronto quando sarà il momento”.

Jacopo Manconi è ancora entusiasta per l’apertura dello Store e per l’accoglienza ricevuta dal pubblico. “Mi piace Reggio e il suo ambiente – ha affermato l’attaccante – e i tifosi ci sono vicini. In vista del Parma in città cresce la passione, ma noi avvertiamo l’attesa del derby da almeno 3 mesi”. Prima del Parma ci sono due battaglie da vincere a cominciare da Forlì. “Mai sottovalutare nessuno – il monito di Jacopo – perché la C è dura e chiunque può farti perdere punti. Dobbiamo essere sempre decisi e continuare così. Gubbio è stata una svolta? Era una gara insidiosa su un campo che è stato fatale a molti. Siamo riusciti ad andare in vantaggio e abbiamo lottato per portare a casa i 3 punti. Io di un’altra categoria? Non deve dirlo il sottoscritto. Sto bene e lavoro per il gruppo”.

Da un bomber acclarato ad uno ritrovato: Marco Guidone si gode il suo momento. “Sono contento per la doppietta di Gubbio, ma l’importante è che ha vinto la Reggiana – si è schermito “Big Drive”. Ho sempre accettato le critiche e sono rimasto tranquillo allenandomi con impegno e i gol sono arrivati. Il Forlì non va sottovalutato perchè ha preso 1 bel punto a Bassano che è un campo difficilissimo. Saremo concentrati perché vogliamo tornare in testa. Gubbio può essere stata una gara chiave, ma dobbiamo vincere le partite che precedono il derby”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *