Marocchino con 4,5 kg di hascisc in casa
Operaio incensurato, aveva anche cocaina, 14 cellulari e 4 mila 800 euro

21/12/2016 – Un operaio marocchino di 34 anni, Mohamed Raisse, è stato arrestato con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio dopo che la polizia ha trovato a casa sua, in centro a Reggio Emilia, circa 4,5 chilogrammi di hascisc e una cinquantina di grammi di cocaina insieme a 4.800 euro e a 14 telefoni cellulari.
Tutto è iniziato da un controllo nella zona del Mapei Stadium. Una volante della polizia ha visto due auto ferme nel parcheggio del centro commerciale. Gli agenti sono intervenuti e hanno perquisito uno dei due mezzi trovando tre grammi di cocaina in disponibilità del conducente, anche lui marocchino.

La dirigente delle Volanti M. Raffaella Abbate. Sul tavolo la droga e i soldi sequestrati all'operaio marocchino

La dirigente delle Volanti M. Raffaella Abbate. Sul tavolo la droga e i soldi sequestrati all’operaio marocchino

Poi sono passati all’altra auto e lì, addosso al marocchino – poi arrestato – hanno trovato 1.550 euro, 4 cellulari e un mazzo di chiavi. Quindi sono andati a casa sua dove hanno trovato l’ingente quantitativo di droga.
L’uomo, operaio residente in città da anni, in regola con il permesso di soggiorno e incensurato, è finito in manette. Se venduta sul mercato, la droga avrebbe fruttato oltre 200mila euro.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *