Il Sassuolo lascia l’Europa League con una sconfitta. Al Mapei passa il Genk 2-0.

09/12/2016 – Erano pronti striscioni di ringraziamento ai propri giocatori per un’avventura comunque eccezionale, pensando che il Sassuolo mai aveva giocato a questi livelli.

L’ultima partita neroverde in Europa League («ma è solo un arrivederci», si era augurato in prospettiva mister Di Francesco alla vigilia del match), quella programmata giovedì sera al Mapei Stadium contro il Genk, non contava nulla per il risultato ma avrebbe avuto un sapore particolare se giocata in… orario. La nebbia che ha costretto al rinvio di qualche ora, ovvero all’insolito orario delle 12.30 di venerdì, ha rovinato tutto: lo stadio di Reggio è andato praticamente deserto, eccezion fatta per i tifosi belgi rimasti in città e spostati in tribuna, com’era ovvio che fosse in un giorno lavorativo e con la possibilità fornita dal club di rimborsare il biglietto.

Nel silenzio del Mapei Stadium, quindi, ieri si è assistito all’ultima recita dei ragazzi di Eusebio Di Francesco nella seconda competizione continentale per club, in un clima irreale che ha sicuramente condizionato una partita decisamente particolare: l’ha vinto 2-0 il Genk, che aveva decisamente più stimoli visto che questo risultato vale il primo posto nel girone F ai belgi, comunque già qualificati, mentre il Sassuolo ha chiuso in coda dopo aver creduto nella qualificazione sino a 5 minuti dal termine di quella partita casalinga gettata alle ortiche contro il Rapid Vienna.

Nel match contro il Genk, mister Di Francesco ovviamente ha ruotato, per quanto possibile considerati i tanti infortunati, parecchi elementi dando spazio a Pegolo tra i pali, al classe ‘98 Adjapong, ad un Matri che ancora una volta non è riuscito ad incidere seppur in una partita che contava relativamente. I giovani si sono comunque espressi bene, in particolare il solito Mazzitelli che ha colpito una clamorosa traversa a 15 minuti dal termine, dopo il vantaggio ospite firmato da Heynen e poco prima del raddoppio di Trossard che all’80’ ha chiuso la gara.

Al fischio finale, la testa già pensava al posticipo di campionato di lunedì a Firenze, quello sì decisamente importante per la stagione neroverde.

IL TABELLINO

SASSUOLO-GENK 0-2

Marcatori: 58’ Heynen, 80’ Trossard.

SASSUOLO (4-3-3): Pegolo, Lirola, Antei, Cannavaro, Acerbi, Mazzitelli, Missiroli (46’ Pellegrini), Adjapong, Caputo (73’ Magnanelli), Matri, Ragusa (46’ Ricci). A disp. Pomini, Gazzola, Peluso, Franchini. All. Di Francesco.

GENK (4-2-3-1): Jackers, Castagne, Dewaest, Brabec, Walsh, Heynen (89’ Kumordzi), Ndidi, Bailey (82’ Buffel), Samatta, Trossard, Karelis (92’ Sabak). A disp. Bizot, Colley, Wouters, Janssens. All. Maes.

ARBITRO: Grinfeld (Israele).

NOTE: ammonito Mazzitelli (S) al 91’.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *