Esplode il bancomat Mps di Poviglio
Ma i banditi perdono 15 mila euro

10/12/2016 – Nel novembre dello scorso anno, i banditi avevano sfondato la vetrata con un carro attrezzi, ma l’intervento di cittadini e Carabinieri li aveva costretti ad abbandonare l’impresa. Questa notte invece la rapina al bancomat dell’agenzia Monte Paschi di Poviglio è riuscita, anche se solo a metà: il bottino è di diecimila euro, ma ben quindicimila sono stati recuperati dai Carabinieri.

Alle 2,30, in un nebbione da agguato gappista, un boato ha squarciato il silenzio della notte a Poviglio: a esplodere era il bancomat dell’agenzia Mps di via don Pasquino Borghi. I banditi hanno saturato la colonnina con dell’acetilene e l’hanno fatta esplodere a distanza con un comando elettrico.

La deflagrazione ha fatto scattare l’allarme alla centrale operativa dei Carabinieri, e ciò ha permesso l’immediato intervento di una pattuglia dei militari di Poviglio, che ha costretto alla fuga i banditi: hanno portato via 10 mila euro dalla cassa del bancomat sventrato, ma ne hanno dovuto lasciare sul posto altri quindicimila.

Grazie alla nebbia i malviventi, a bordo di una BMW riuscivano a dileguarsi per le strade della bassa facendo perdere le tracce nonostante la serrata caccia all’uomo catenata dai carabinieri della Compagnia di Guastalla. . Il conto esatto dei danni, anche strutturali si avrà con ogni probabilità solamente nelle prossime ore. Indagini dei carabinieri di Poviglio e del nucleo operativo di Guastalla.

 

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *