Coopsette, prestito addio? Legacoop paga gli avvocati per i ricorsi contro il liquidatore

17/12/2016 – E’ Legacoop Emilia Ovest a pagare gli avvocati che assisteranno soci e pensionati di Coopsette nelle cause giudiziarie per salvare il prestito sociale (oltre dieci milioni di risparmi in capo a 424 prestatori) inghiottiti dal crac della cooperativa di Castelnovo Sotto.

Lo annuncia in una dichiarazione il presidente di Legacoop Emilia Ovest Andrea Volta.

Andrea Volta

Andrea Volta

“In merito alle decisioni del commissario liquidatore di Coopsette Giorgio Pellacini di non riconoscere una classificazione privilegiata per il prestito sociale dei soci della cooperativa – afferma Volta –  Legacoop Emilia Ovest ha da subito appoggiato la volontà dei soci prestatori di opporsi a tali decisioni.

Legacoop, d’intesa con il Comitato Prestatori, ha deciso di avviare le pratiche per l’opposizione per tutelare la posizione dei soci, accollandosene le spese. La stessa Legacoop si è immediatamente rivolta allo Studio Serra e Landini di Parma, che seguirà il ricorso. Pur di fronte a alle innumerevoli difficoltà che la situazione di Coopsette comporta, Legacoop continua ad impegnarsi a fianco dei soci prestatori, nel tentativo di tutelare l’istituto del prestito sociale, con sforzi finanziari e organizzativi non indifferenti”.

Gli avvocati dello studio Serra e Landini saranno a disposizione dei soci e dei pensionati nella sede di Coopsette, lunedì e martedì prossimi, per avviare le pratiche dei ricorsi.

Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. giuseppe Rispondi

    18/12/2016 alle 20:42

    Quali sforzi finanziari per pagare detti avvocati per una causa persa ? Non sarebbe meglio riattivare l’istituto della solidarietà ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *