“Contro Capo D’Orlando voglio tanta cattiveria agonistica”. Coach Menetti scuote così i biancorossi.

di Carlo Codazzi – Lunedì sera al Pala Bigi (palla a due alle 20.45)la Grissin Bon è chiamata a riscattare il ko di Brescia incrociando i ferri con la  Betaland Capo d’Orlando.

I biancorossi si troveranno di fronte ad un avversario da prendere con le molle che attualmente occupa la sesta posizione con 10 punti all’attivo, 4 in meno di Aradori e soci. La formazione allenata da coach Di Carlo proviene da un importante successo casalingo con Varese (il 4° consecutivo in casa), match in cui ha ben esordito il serbo Milenko Tepic, neo acquisto dell’Orlandina. I siciliani si presenteranno sul parquet senza il lungo croato Mario Delas out per un trauma contusivo al quadricipite della gamba destra  rimediato contro Varese. Ci sarà invece Drake Diener che i supporters biancorossi ricorderanno nella fila della Reggiana nell’anno della prima finale scudetto. “Sarà un piacere rivedere in campo Drake – ha commentato Max Menetti – che per noi resta un campione indimenticabile. E’ tornato ad alti livelli dopo aver superato un grosso problema di salute (morbo di Chron ndr) e dovremo essere molto attenti sul parquet nei suoi confronti.” Se l’Orlandina non avrà a disposizione Delas, Menetti rischia di non poter mettere a referto Delroy James che sabato ha accusato un forte attacco febbrile e non si è allenato. “L’abbiamo mandato a casa per curarsi e speriamo di poterlo recuperare per il match – ha informato il coach -, ma la sua presenza è a rischio”.

Menetti si è mostrato soddisfatto del lavoro svolto da i suoi in settimana: “Ho notato che i ragazzi erano sul pezzo – ha aggiunto -, vogliosi di riscattarsi perché sono coscienti di venire da 2 gare giocate sottotono. La squadra è decisa ad affrontare un avversario forte con il giusto approccio sul piano dell’intensità. Penso che offriremo ai nostri tifosi una prova gagliarda e al pubblico chiedo di trascinarci. Dopo tante vittorie una sconfitta come quella in cui siamo incappati a Brescia può essere d’aiuto per migliorarsi”. Il coach ha analizzato gli avversari: “Stanno facendo molto bene in campionato e hanno dei giovani interessanti. Fitipaldo è una delle grandi sorprese positive della serie A, Zoltan Perl è un giocatore molto interessante, Laquintana si conferma forte da più di un anno e Iannuzzi sta offrendo un altissimo rendimento. Di Carlo, nella sfortuna di perdere Delas, ha trovato adesso in Tepic un giocatore di talento – ha sottolineato – proveniente dalla scuola serba che è di grande tradizione”. Con la certa assenza di Delas possibile puntare sull’accoppiata Lesic-Cervi? “Vedremo – la risposta enigmatica di Menetti -. Si vedrà durante il match a seconda del suo andamento. In realtà avremmo potuto fare questa scelta indipendentemente dall’assenza di Delas – ha spiegato -. Dipenderà anche dalla situazione falli. Fare un bel piano partita senza sapere cosa farà l’avversario è relativo. Contano l’energia, la circolazione della palla e sicuramente sarà fondamentale ritrovare la cattiveria agonistica. A Brescia abbiamo perso al fotofinish senza riuscire a fare le cose che invece volevamo fare bene. Adesso ci serve tanta cattiveria”. Ai tifosi il compito di surriscaldare il Pala Bigi per trascinare la Grissin Bon che si annuncia bella carica.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *