Braciere in camera, famiglia africana intossicata dal monossido a Luzzara

16/12/2016 – Una famiglia intossicata dal monossido di carbonio sprigionato da un braciere è finita la notte scorsa alla camera iperbarica di Fidenza.

La richiesta di aiuto è partita poco dopo le 3 da una casa di via Petrarca a Luzzara. Due coniugi, lui di 26anni della Costa D’Avorio, lei di 36 anni della Guinea e la figlia di 13 anni sono stati portati subito al Pronto Soccorso di Guastalla, per essere trasferiti poco dopo a Fidenza. Per fortuna le loro condizioni non sono gravi.  Sul posto sono intervenuti i carabinieri e ai vigili del fuoco.  I gas velenosi provenivano dal carbone acceso accesi in un braciere messo sotto il letto per riscaldare la camera.

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *