Addio Nicolhas, ragazzo-coraggio
E’ spirato mercoledì sera a 14 anni
Camera ardente a Coviolo, sabato i funerali in Duomo a Reggio

22/12/2016 – Mercoledì sera sera Nicolhas Ukmar, 14 anni, dopo aver lottato per due anni contro una terribile malattia, è volato in cielo. Nicolhas è spirato alle 21 in una stanza del reparto Oncoematologico del policlinico Sant’Orsola-Malpighi  di Bologna, portato via da una forma di leucemia mieloide che non gli ha lascito scampo. Il suo dramma, il suo coraggio nel lottare per la vita, il coraggio e la determinazione della mamma Linda Domenichini, che aveva donato il midollo osseo al figlio, hanno toccato il cuore dei reggiani. E oggi una valanga di messaggi di cordoglio si è riversata nella pagina facebook della madre di Nicolhas.

Nicolhas Ukmar; non si è più risvegliato

Nicolhas Ukmar; non si è più risvegliato

 

Venerdì 22 sarà aperta la camera ardente a Coviolo dalle 8,45 alle 17. I funerali sabato mattina alle 10 in Duomo a Reggio Emilia. La tumulazione avverrà in forma strettamente privata.

NicolhasUkmar in ottobre, dopo le ultime cure

Nicolhas Ukmar in ottobre, dopo le ultime cure

Nicolhas, giovanissimo campione di karate, aveva affrontato innumerevoli ricoveri e ben cinque cicli di chemioterapia senza mai perdere la voglia di vivere e di lottare. Nell’autunno 2015 il trapianto di midollo, al quale era seguito un miglioramento che aveva aperto la porta alla speranza. Poi alcuni mesi fa la ricaduta che non gli ha lasciato scampo. Innumerevoli persone gli sono state vicine, personaggi come i protagonisti di Masterchef Carlo Cracco, Bruno Barbieri e Antonino Cannavacciuolo (Nicolhas sognava di diventare uno chef) e Valentino Rossi.

 

Be Sociable, Share!

17 risposte a Addio Nicolhas, ragazzo-coraggio
E’ spirato mercoledì sera a 14 anni
Camera ardente a Coviolo, sabato i funerali in Duomo a Reggio

  1. Catia Colella Rispondi

    22/12/2016 alle 13:45

    Ciao Nicolas ora sei un angelo tra gli angeli da lassù proteggi tutti i bambini del mondo dona loro la forza e il coraggio che hai avuto in questa vita terrena, sii di esempio per tutti noi. Un forte sostegno a tutta la famiglia che vive questo immenso dolore. Catia Colella

  2. tania Rispondi

    22/12/2016 alle 16:26

    Ciao piccolo grande campione ,ora corri libero ,nulla più potrà farti del male …tutto il tuo amore e il tuo meraviglioso sorriso rimarrà per sempre con la tua mamma ,il tuo papà e con tutti quelli che ti hanno conosciuto… ora il cielo è tutto tuo!!! Ciao guerriero…

  3. ann Rispondi

    22/12/2016 alle 17:07

    Malattie orribili, specie su ragazzi, bambini , comunque per tutti, il vuoto che lasciano non sara’ mai piu’ colmato.
    Vivrai sempre nel ricordo di chi ti ha tanto amato, non credo in dio , madonnine, e santi, se esistessero, tu saresti sempre vivo.

  4. Teresa Murano Rispondi

    22/12/2016 alle 20:40

    Questo piccolo grande giovanotto non lo dimenticherò mai mai!! Che ingustizia però 😪😪😪😪😪😪😪😪😪😪😪

  5. Daniela Giuli Rispondi

    22/12/2016 alle 20:46

    Ciao Nicolhas, grande guerriero! Non potrò mai dimenticarti, in questi lunghi mesi sei diventato come un figlio per me. Attraverso il gruppo di Facebook #NicRockStronger# creato dalla tua meravigliosa mamma Linda ho imparato a conoscere te e la tua famiglia, ho seguito tutte le fasi della tua terribile malattia, ho gioito per il riuscito trapianto di midollo di un anno fa, mi sono commossa vedendo le foto dove studiavi e ti preparavi all’esame di terza media, superato brillantemente. Purtroppo il mostro si è presentato a inizio estate sotto un’altra veste e stavolta, pur avendolo strenuamente combattuto, non ce l’hai fatta a sconfiggerlo, lasciando tua mamma, i tuoi familiari, i parenti e tutti i tuoi numerosissimi amici affranti e inebetiti per la tua perdita. Tu ora non soffri più, sei diventato un angelo del cielo e da lassù sono sicura che veglierai e proteggerai i tuoi familiari e non solo loro. R.I.P. giovane guerriero!

  6. luigi Magnani Rispondi

    22/12/2016 alle 21:37

    Non ci conosciamo cara Linda, sono un nonno e piango e prego con Lei; certamente tutto è inspiegabile e ingiusto ma abbia la certezza dell’amore di Dio anche in questi momenti.Da tutti noi, nonni, figli e nipoti, un forte abbraccio Luigi e Silvana

  7. maria franca filippi Rispondi

    22/12/2016 alle 21:46

    Ciao nicolas sarai sempre nel nostro cuore e da lassù’ proteggi e
    e aiuta sempre i tuoi genitori

  8. marinella Rispondi

    22/12/2016 alle 22:17

    Grande guerriero….riposa in pace

  9. Luciano Casagrande Rispondi

    22/12/2016 alle 23:51

    Guardo i tuoi occhi e vedo quelli dei miei figli. Uno sguardo che va oltre il nostro terribi
    le dolore di genitori che devono lasciarvi andare nonostante il vostro breve percorso.
    Uno sguardo che ci indica la forza e la fiducia nella vita “nonostante tutto”.
    Vai ora e che la terra ti sia lieve.
    Luciano Casagrande padre di Marcella.

  10. Anna Rispondi

    23/12/2016 alle 03:33

    Ciao Nico… Se puoi proteggimi da lassù… Anche io da due anni combatto il mostro… Ti voglio bene
    Anna

  11. Paola Corini Rispondi

    23/12/2016 alle 08:24

    Ciao tesoro <3

  12. Volontaria Kids kicking cancer Rispondi

    23/12/2016 alle 10:19

    Grazie di cuore Grande Guerriero di tutto ciò che ci hai insegnato in questi due anni ….
    Ora sei luce che non finira mai di risplendere nei nostri cuori 💜

  13. Sonia Rispondi

    23/12/2016 alle 14:42

    Ciao Nicolhas buona Nuova Vita!veglia sulla tua famigliare 😇💙

  14. Simona Rispondi

    23/12/2016 alle 18:21

    Ciao amore ….non ti dimenticherò mai ….eri come un nipotino ….
    CORRI FORTE TRA LE NUVOLE TESORO ….
    TI VOGLIO IMMENSAMENTE BENE .

  15. Adriana Rispondi

    23/12/2016 alle 19:14

    Riposa in pace piccolo e grande guerriero

  16. Sara Rispondi

    24/12/2016 alle 15:08

    Se mi ami non piangere!
    Se tu conoscessi il mistero immenso del cielo dove ora vivo,
    se tu potessi vedere e sentire quello che io vedo e sento
    in questi orizzonti senza fine,
    e in questa luce che tutto investe e penetra,
    tu non piangeresti se mi ami.
    Qui si è ormai assorbiti dall’incanto di Dio,
    dalle sue espressioni di infinità bontà e dai riflessi della sua sconfinata bellezza.
    Le cose di un tempo sono così piccole e fuggevoli
    al confronto.Mi è rimasto l’affetto per te:
    una tenerezza che non ho mai conosciuto.
    Sono felice di averti incontrato nel tempo,
    anche se tutto era allora così fugace e limitato.
    Ora l’amore che mi stringe profondamente a te,
    è gioia pura e senza tramonto.
    Mentre io vivo nella serena ed esaltante attesa del tuo arrivo tra noi,
    tu pensami così!
    Nelle tue battaglie,
    nei tuoi momenti di sconforto e di solitudine,
    pensa a questa meravigliosa casa,
    dove non esiste la morte, dove ci disseteremo insieme,
    nel trasporto più intenso alla fonte inesauribile dell’amore e della felicità.
    Non piangere più, se veramente mi ami!

    – Sant’Agostino

  17. Alessandro Rispondi

    26/12/2016 alle 16:02

    Juvenes moriuntur cui dei amant

Rispondi a Alessandro Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *