Addio Nicolhas, giovane guerriero volato tra gli angeli

di Alessandra Ferretti
26/12/2016 -Decine e decine di palloncini blu lo hanno accompagnato verso il cielo. Sabato, la famiglia, tantissimi amici e  cittadini reggiani shanno dato commosso l’addio a Nicolhas Ukmar, il 14enne che da due anni ha fieramente combattuto contro la terribile leucemia che, alla fine, lo ha vinto.

Nicolhas Ukmar

Nicolhas Ukmar

Non sono stati abbastanza la sua grande voglia di vivere, lo spirito da combattente e la positività con cui guardava al futuro e, nemmeno, il trapianto di midollo ricevuto dalla mamma nell’autunno del 2015. Il Duomo, dove si è tenuta la cerimonia funebre, era gremito da più di cinquecento persone, soprattutto giovani e giovanissimi.
A dare notizia del decesso avvenuto a Bologna è stata proprio  la mamma, Linda Domenichini, che mercoledì su Facebook scrisse: “Nicolhas, Niki, piccolo mio, l’amore immenso della mia vita. Non volevi mollare la presa nemmeno all’ultimo respiro, hai combattuto in maniera disumana per rimanere attaccato a tutti noi, e a questa vita, ma il tuo posto non è mai stato qui, sei venuto per compiere una missione meravigliosa e ce l’hai fatta… grazie amore mio. La stella che brilla di più, la luce più forte che si vede nel buio, la forza più potente in questa vita terrena eri tu, l’energia più viva che brucia come il fuoco, quello sei tu ora amore mio, vola in alto tanto in alto, libero, corri forte come solo tu sai fare, abbiamo vinto insieme, è così. Abbiamo vinto noi e l’amore, Silenzio per te”.

I funerali di Nicolhas Ukmar

I funerali di Nicolhas Ukmar  (FOTOSERVIZIO DI SERRGIO VOLO)

Durante la funzione religiosa, l’officiante ha ricordato il coraggio di Nicolhas e la sua grandezza di fronte al dolore: “Ci hai insegnato ad amare. Desideravi tanto la Cresima e non hai fatto in tempo a riceverla, ma lo Spirito Santo è entrato egualmente in te”.

nichi-funerali-4
La bara bianca è uscita dalla cattedrale accompagnata dalla canzone preferita di Nichi, “La Neve se ne frega”. E l’abbraccio ideale in cui l’hanno stretto tutti gli amici sembrava sussurrargli proprio: “Io ti guardo negli occhi, Hai le ciglia bagnate, E prometti di tutto, e nevica ancora da togliere il fiato”. Con lui, è volato in cielo un grappolo di palloncini azzurri.

nichi-funerali-8

(IL SERVIZIO FOTOGRAFICO E’ DI SERGIO VOLO – DALLAVOCE DI REGGIO EMILIA)

nichi-funerali-10

 

 

 

nichi-funerali-9

nichi-funerali-6

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *