Va a vendere cocaina con l’autista: spacciatore nigeriano arrestato dai carabinieri in borghese

4/11/2016 – I blitz, le segnalazioni, le manette non bastano ad arginare gli episodi di spaccio che riguardano la zona circostante la stazione ferroviaria di Reggio Emilia. Per questo motivo i carabinieri reggiani, in linea con le indicazioni date dal comandante provinciale colonnello Antonino Buda, hanno predisposto mirati servizi con finalità repressive costituiti da militari in abiti borghese che svolgono specifici servizi mirati a contrastare il fenomeno dello spaccio.

Tale attività nella serata di giovedì ha portato all’arresto di uno spacciatore nigeriano sorpreso cedere stupefacenti a un cittadino marocchino senza fissa dimora. Con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, i carabinieri hanno arrestato una loro vecchia conoscenza con precedenti specifici in materia di stupefacenti. Si tratta del cittadino nigeriano Joseph Oghoria Ghorialu, 40enne residente in città in Piazzale Marconi. Allo straniero i militari hanno sequestrato due dosi di cocaina, gettate a terra dal cliente che le aveva appena acquistate senza che riuscisse a consegnare il corrispettivo pari a 50 euro proprio grazie al tempestivo intervento dei carabinieri.

Nei guai è finito anche un cittadino moldavo 28enne in Italia senza fissa dimora che in qualità di autista guidava l’auto con a bordo il pusher. E’ stato denunciato per ricettazione: la Mercedes C 200 che guidava è risultata essere stata rubata a Reggio Emilia il 2 novembre.
Dopo essere stati sorpresi i tre stranieri sono stati portati in caserma: il 40enne nigeriano è stato arrestato con l’accusa di spaccio mentre il 35enne marocchino, rivelatosi suo cliente, è stato segnalato quale assuntore. Guai anche per il moldavo 28enne, risultato essere l’autista dello spacciatore, oltre ad avere precedenti per ricettazione. Infine l’auto recuperata dai carabinieri veniva poi restituita al proprietario.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *