Soli deo Gloria: concerto in memoria del critico Alberto Agazzani, scomparso un anno fa

14/11/2016 – Si svolgerà nell’auditorium “Gianfranco Masini” dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “Achille Peri – Claudio Merulo” (a Reggio in via Dante Alighieri, 11) il prossimo concerto della rassegna “Soli Deo Gloria. Organi, Suoni e Voci della Città” in programma per mercoledì 16 novembre alle ore 21. La serata, durante la quale si esibiranno al pianoforte a quattro mani Manila Santini e Aldo Orvieto, sarà dedicata al critico d’arte Alberto Agazzani, scomparso il 16 novembre del 2015. Agazzani si era tolto la vita, esattamente un anno fa, dopo un lungo ricovero a seguito del grave incidente stradale accorsogli in luglio.  

Alberto Agazzani alla vernice di una mostra da lui curata

Alberto Agazzani alla vernice di una mostra da lui curata

Il programma prevede musiche di Franz Schubert (Fantasia per pianoforte a quattro mani in fa minore D.940) e Anton Bruckner (Sinfonia n.3 in re minore WAB 103 – trascrizione per pianoforte a quattro mani di Gustav Mahler).

L’ingresso è libero, ma limitato ai posti disponibili.

Note biografiche degli interpreti

Manila Santini si diploma nel 2000 col massimo dei voti e la lode al conservatorio Luisa D’Annunzio di Pescara. Si è perfezionata con docenti di fama internazionale quali Roberto Cappello, Aquiles Delle Vigne, Alfredo Speranza, Piernarciso Masi e Roberto Szidon frequentando la Sommerakademie del Mozarteum di Salisburgo e la Hogeschool voor Muziek en dans di Rotterdam nella quale ha ottenuto il Master Degree con il massimo dei voti. Ha inoltre conseguito il diploma accademico di II livello in Discipline Musicali sotto la guida di Roberto Cappello presso il Conservatorio Arrigo Boito di Parma.

È vincitrice di premi in numerosi concorsi pianistici nazionali ed internazionali. Svolge un’intensa attività concertistica sia come solista che come musicista da camera. Si è esibita in sale prestigiose quali la Salle Gothique dello Stadhuis di Bruxelles, la Wiener Saal del Mozarteum di Salisburgo, il Teatro Municipale di Piacenza, il Salone del Cinquecento di Palazzo Vecchio a Firenze, l’Auditorium Paganini e l’Auditorium del Carmine di Parma, il Teatro do Campo Alegre a Porto, la Juriaanse saal al De Doelen di Rotterdam nell’ambito del Festival Gergiev 2003 e dell’Operadagen 2005, il Ridotto del Teatro Regio di Parma nell’ambito del Festival Verdi 2010 e 2012, le Sale Apollinee del Teatro La Fenice di Venezia. Ha collaborato, nell’ambito della XXI edizione del Ravenna Festival, con l’Hamburg Ballet per la prima italiana di Waslav, Hommage aux Ballets Russes, eseguendo musiche di J. S. Bach su coreografie di John Neumeier.

È docente di pianoforte all’Istituto Superiore di Studi Musicali Achille Peri di Reggio Emilia e l’Istituto Musicale Angelo Masini di Forlì.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *