Scoperte anti-cancro al S. Maria Nuova
La ricercatrice Alessia Ciarrocchi a Uno Mattina

1/11/2016 – Alessia Ciarrocchi, coordinatrice del Laboratorio di Ricerca Traslazionale dell’Arcispedale Santa Maria Nuova-IRCCS di Reggio Emilia, partecipe a due trasmissioni Rai per parlare delle ricerche che svolge in ambito oncologico. Martedì 1° Novembre alle 12.30 è ospite in diretta telefonica nella trasmissione “Life” su RadioUno. Mercoledì 2 novembre alle ore 8,30 circa sarà in diretta tv su RaiUno nella trasmissione “UnoMattina”.

Alessia Ciarrocchi

Alessia Ciarrocchi

 

Tali contributi rientrano nelle iniziative che AIRC – Associazione Italiana Ricerca contro il Cancro organizza in collaborazione con la Rai Radio Televisione Italiana. I Giorni della Ricerca è l’iniziativa che si ripete ogni anno ai primi di novembre come staffetta a sostegno della ricerca oncologica.

 

La dott.ssa Ciarrocchi è impegnata nell’ambito del laboratorio di ricerca del Santa Maria in un progetto finanziato da AIRC sui tumori epiteliali ormono-relati, quali sono il carcinoma della tiroide e della mammella, con l’obiettivo specifico di analizzare il ruolo nella progressione tumorale del cosiddetto genoma non codificante, la parte di genoma sino ad oggi più sconosciuta.

 

In particolare, il gruppo di ricercatori coordinati da Ciarrocchi ha identificato alcuni nuovi domini nel genoma non-codificante che si attivano solo nelle cellule tumorali e che cooperano per sostenere l’espressione di un oncogene (chiamato RUNX2) necessario alla sopravvivenza della cellula tumorale e decisivo per determinarne l’aggressività.

Utilizzando farmaci specifici in grado di riprogrammare la struttura di tali elementi, l’espressione di questo oncogene viene fortemente repressa e le cellule tumorali vanno incontro a morte.

 

I giorni della ricerca di AIRC si chiudono sabato 5 novembre con i Cioccolatini della Ricerca, che saranno venduti nelle principali piazze italiane dai volontari AIRC per raccogliere fondi a sostegno della ricerca oncologica.

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *