Sassuolo-Atalanta 0-3. Di Francesco non ci sta:
“Gol del vantaggio atalantino in fuorigioco e rigore negato a noi”.

06/11/2016 – Stizzito per la sconfitta e per la sua espulsione Eusebio Di Francesco che ha avuto qualcosa da ridire sulla direzione arbitrale: “In questo momento non è corretto parlare di eventuali acquisti di mercato che non ci sono stati – ha esordito seccato -. Quando tempo fa parlai di salvezza qualcuno mi prendeva in giro. Molte situazioni non girano nel modo giusto e io devo avere la forza di restare tranquillo. Naturalmente, non avere giocatori del calibro di Berardi e Missiroli non aiuta. Oggi abbiamo avuto una falsa partenza, contro un’Atalanta in grandi condizioni, prendendo un gol viziato da un fuorigioco di un metro e questo fatto ci dà dispiacere”.

Eusabio Di Francesco

Eusabio Di Francesco

Il mister neroverde ha spiegato la sua espulsione: “Sono stato espulso, ma io sono sempre stato corretto e chiedo sempre rispetto senza mai andare oltre le righe. Secondo me il rigore era netto e sono andato a reclamare per questo. Comunque, partire con un 1-0 in fuorigioco fa male  ha ribadito -, magari l’avremmo persa ugualmente. Non volevo partire a specchio, cercavo di sfruttare i miei attaccanti e non avevo un altro centrocampista. Certo, quando le cose vanno male la responsabilità è sempre la mia, però quando hai così tanti uomini in meno risulta veramente difficile. Peccato perché abbiamo commesso un po’ di errori ma siamo stati anche sfortunati. L’Atalanta può essere vicina al mio Sassuolo in spregiudicatezza e gioventù. Complimenti a mister Gasperini e all’Atalanta. Certo, noi eravamo un po’ spremuti in confronto a loro – ha concluso riferendosi all’impegno di Europa League affrontato dai suoi giovedì scorso -, ma ugualmente complimenti agli avversari”.

Gianpiero Gasperini era al settimo cielo. La sua Atalanta vola e si trova a respirar l’aria dell’alta classifica e dell’Europa: “Sono contento della classifica –ha commentato – perché abbiamo fatto una striscia di risultati notevoli e ora la pausa ci è utile per recuperare alcuni giocatori. Chiaramente, ne approfitteremo per goderci questo momento, ma anche per prepararci a quello che poi sarà la ripresa. Un’Atalanta strepitosa per tutti i 90 minuti. Certo, il Sassuolo aveva delle defezioni importanti, ma l’attacco a parte Berardi era al completo. In certe partite si incontrano delle difficoltà anche con delle squadre di altre categorie, ma il Sassuolo per me era assolutamente all’altezza. Noi in campo avevamo la netta sensazione di avere la partita sotto controllo”.

Gian Piero Gasperini (da EuropaCalcio).

Gian Piero Gasperini (da EuropaCalcio).

Gasperini non ha voluto sentir parlare di paragoni tra le due sfidanti del match del Mapei: “Non so se siamo la gemella del Sassuolo, secondo me parliamo di due squadre profondamente diverse – ha sottolineato -. Qualche anno fa il Sassuolo era la sorpresa, ora è una squadra di livello europeo. Noi ora abbiamo bisogno di un po’ di tempo. In questo momento non penso all’Europa, magari più avanti si vedrà. Il percorso è ancora lungo. Certamente, partite come questa giocata bene e vinta contro una formazione di valore fanno molto ben sperare. Quello che più conforta è la crescita di alcuni ragazzi. Innegabilmente – ha concluso soddisfatto –  le vittorie ottenute con queste prestazioni ci stanno dando un’autostima notevole”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *