Mega rissa di Halloween davanti al Corallo, per un pallone da rugby : tre giovani arrestati, minorenne denunciato

1/11/2016 – Botte da orbi, tre giovani arrestati e un minorenne denunciato. Questo il bilancio di una mega rissa tra due gruppi di amici scoppiata nella notte di Halloween all’esterno della discoteca Corallo di Scandiano. E tutto per un pallone da rugby.

Alle 4, quando il locale era in chiusura, una decina di ragazzi si sono presi a calci e pugni provocando il panico tra i giovani che uscivano dal Corallo. Nel fuggi fuggi generale i carabinieri della tenenza di Scandiano sono riusciti a bloccare quattro protagonisti della rissa. In cella con l’accusa di rissa aggravata un operaio di Scandiano di 19 anni, un suo amico di 20 anni di Casalgrande e un ragazz odi 19 anni di Reggio, che faceva parte del gruppo opposto. Nei guai con la stessa accusa anche 17enne abitante a Sant’Agata Bolognese (amico del 19enne di Reggio Emilia) denunciato alla Procura dei minori di Bologna per rissa aggravata. Quest’ultimo è rimasto ferito: è stato medicato all’ospedale Magati e dimesso con 2 giorni di prognosi.

Poco prima delle 4 del primo novembre una pattuglia della tenenza di Scandiano nel transitare in via Della Rocca, all’esterno della discoteca Corallo, ha visto una quindicina di ragazzi che se le davano di santa ragione. Immediatamente i militari, con molta difficoltà, unitamente agli addetti alla sicurezza della discoteca, cercavano di riportare la calma tra i presenti. La maggior parte dei ragazzi coinvolti nella rissa, alla vista dei carabinieri, si dileguavano. I carabinieri riuscivano, seppur a fatica, a bloccare i quattro. La contesa era iniziata a parole all’interno del Corallo, pare per il possesso di un pallone da rugby e stava prendendo una brutta piega, tanto da costringere gli addetti alla vigilanza a far uscire alcuni ragazzi.

I carabinieri continuano le indagini per risalire a tutti i partecipanti alla furibonda lite in quanto chiamati a rispondere del reato di rissa aggravata in concorso.\\

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *