La Grissin bon cerca la settima vittoria consecutiva, ma Menetti avvisa: “Pesaro non va sottovalutata”.

di Carlo Codazzi – La Grissin Bon ha preparato le magnifiche 7, nel senso che se batterà domani al PalaBigi Pesaro realizzerà un magnifico filotto di 7 vittorie consecutive.

Classifica alla mano e considerato pure che si gioca nel  fortino di Via Guasco i biancorossi godono nettamente dei favori del pronostico, ma Max Menetti ha fiutato la “trappola” e ha messo in guardia i suoi: “In settimana abbiamo alzato il livello degli allenamenti  sotto tutti i punti di vista, ovvero sia sotto l’aspetto atletico che tecnico e tattico – ha spiegato il coach. Pesaro è un avversario difficile e noi dobbiamo essere pronti ad affrontare qualsiasi tipo di gara ci troveremo davanti. Dobbiamo avere molto rispetto per la squadra di Bucchi che è partita bene in campionato anche se adesso accusa un po’ di flessione. Dalla parte dei marchigiani c’è anche la tradizione – ha ricordato Menetti -. Sono convinto che la Consultinvest farà una bella stagione e non la sottovaluteremo”. Il pensiero del coach è tutto per la sua squadra e non pensa al record personale di vittorie consecutive in serie A: “Se dopo aver conquistato i 2 p. ci accorgeremo di aver anche ottenuto qualcosa di importante per la storia del club saremo ancora più contenti – ha precisato prudente -. Mi preme che la squadra dimostri di avere “fame” di dare continuità al felice momento e questo non è scontato”. Menetti ha battuto più volte sul tasto della “fame” di vittoria che è il punto sul quale ha posto l’attenzione al di là dell’avversario. Alla domanda di individuare l’anti Grissin Bon, ora che la squadra biancorossa è considerata da tutti gli addetti ai lavori l’anti-Armani, il coach ha dato una risposta conseguente al pensiero  già espresso: “L’anti Grissin Bon è la Grissin Bon! Non è facile continuare a trovare sempre motivazioni nel lavoro settimanale da trasportare in partita – la netta sottolineatura di Menetti -. Se ci riusciremo e se manterremo la base che ci stiamo costruendo adesso faremo una stagione positiva”.

Coach Menetti sprona i biancorossi in un time out al PalaTrento.

Coach Menetti sprona i biancorossi in un time out al PalaTrento.

La vittoria di Avellino ha proposto una Reggiana matura e autoritaria. Siamo vicini alla squadra che Menetti aveva in mente ad inizio campionato? “Abbiamo da lavorare sia individualmente che come squadra – ha tagliato corto –. Siamo solo a novembre e i play off sono lontani”. Il coach ha proseguito analizzando brevemente l’avversario. “Pesaro ha una buona base grazie a dei talenti italiani come dimostra la grande prova di Ceron a Venezia. Jones pure ha grande talento – ha rimarcato – e, inoltre, Bucchi può contare su 3 esterni intercambiabili che hanno tanta energia. A questi si aggiunge Zavackas che dà un’importante continuità tecnica. Il duello Cervi-Jones? Di duelli ce ne saranno vari, ma le sfide individuali non si vincono se dietro a queste non c’è il lavoro della squadra”. Il roster biancorosso si presenta al match con la Consultivest finalmente al gran completo perché Gentile ha pienamente recuperato. “Ho visto i ragazzi concentrati – ha concluso con un velato ottimismo Menetti – e pronti nel lavoro in allenamento. Mi aspetto di conquistare i 2 punti”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *