In vantaggio 2-0 il Sassuolo si fa raggiungere sul 2-2 dal Rapid Vienna nei cinque minuti finali del match.

di Carlo Codazzi – Frittata del Sassuolo al Mapei! I neroverdi in vantaggio 2-0 sul Rapid Vienna a 5’ dalla fine si sono fatti raggiungere sul 2-2 sciupando l’occasione di passare in testa al gruppo F di Europa Legue. La qualificazione ai sedicesimi della seconda competizione europea adesso si complica per gli uomini di Di Francesco.

Il Sassuolo ha dovuto fare i conti con  la grave emergenza infortunati e ha schierato un centrocampo inedito con Biondini e Ragusa interni e Pellegrini al centro pronto a sostenere il duo di attacco composto da Matri e Defrel. Dietro difesa a tre composta da Gazzola, Acerbi e Peluso sostenuta dagli esterni bassi Lirola e Adjapong. Formazione schierata col 5-3-2 in fase di ripiegamento che diventava 3-5-2 in fase di possesso. Il Rapid ha risposto col 4-2-3-1 con mister Buskens che ha scelto Joeinton nel ruolo di unica punta spedendo in panchina Schosswendter.

Defrel contrastato da un difensore del Rapid. (da Tgcom24)

Defrel contrastato da un difensore del Rapid. (da Tgcom24)

I neroverdi hanno badato a controllare gli avversari cercando di colpirli di rimessa. La partita si è trascinata con il gioco che stagnava a metà campo con un solo squillo: al 12’ Joelinton ha incornato il pallone da pochi passi sfiorando il bersaglio e sprecando l’assist di Traustason. Il Sassuolo si è reso pericoloso al 26’ con una ficcante azione in velocità con Biondini a servire in area Defrel che è stato atterrato: neroverdi a reclamare il penalty che l’arbitro non ha concesso. Il vantaggio di Acerbi e soci è maturato dopo la mezzora. Al 34’, infatti, bel triangolo in velocità tra Biondini e Defrel che, entrato in area sulla sinistra, ha calciato in diagonale piazzando la palla nell’angolino lontano alle spalle dell’incolpevole Stringer. Nel recupero del primo tempo il Sassuolo ha sferrato il colpo del possibile ko. Adjapong si è procurato un calcio di punizone al limite dell’area austriaca. Alla battuta è andato il giovane Pellegrini che ha calciato rasoterra di destro mandando il pallone a sbattere su Ragusa che, involontariamente, l’ha spedito in rete per il raddoppio dei suoi.

Rinvigorito dal doppio vantaggio il Sassuolo ha iniziato il secondo tempo determinato e al 51’ è andato vicinissimo alla terza rete che avrebbe chiuso definitivamente i conti. Ancora Pellegrii a calciare una punizione distante una ventina di metri dalla porta difesa da Stringer che ha respinto la plla poi raccolta da Adjapong che ha battuto a colpo sicuro, ma Stringer è riuscito miracolosamente a deviare la conclusione. Episodio chiave il tap-in fallito da Adjpong per come è finita la sfida. I padroni d casa hanno controllato il gioco con una certa felicità imbavagliando gli avversari che non risucivano a trovare una reazione decente.

Defrel cerca la conclusione nell'area del Rapid. (da Tgcom24)

Defrel cerca la conclusione nell’area del Rapid. (da Tgcom24)

Buskens ha cercato, allora, di cambiare lo spartito cambiando l’attacco del Rapid con l’inserimento di Jelic e Kvilitaia che hanno preso il posto degli spenti Murg e Joelinton. Il mister austriaco ha fatto bingo perché proprio Jelic ha riaperto i guochi mettendo in rete il pallone all’85’dopo aver raccolto una respinta di Consigli che aveva respinto la sfera proveniente da una punizione battuta da Schaub. Il rapid si è gasato e ha caricato a testa bassa trovando l’insperato pareggio al 90’. Speldida azione austriaca con Grahovac alla conclusone, Consilgi ha respinto in tuiffo ma in scivolta è arrivato Klivitalia a spingere il apllone nel sacco. All’uno-due alla fine del primo tempo del Sassuolo, il rapid ha risposto con il suo uno-due alla fine del match. Un pari che, come ha comentato amaro Di Ftancesco, ha i controni della sconfitta. Nel prossimo turno il Sassuolo si giocherà la qualificazione sul difficilissimo campo dell’Athletic Bilbao.

Tabellino

Sassuolo-Rapid Vienna 2-2 (p.t. 2-0)

Marcatori: Defrel (S) al 34′, Ragusa (S) al 45’+3′; Jelic (R) all’85’, Kvilitaia (R) Al 90′.

SASSUOLO (5-3-2): Consigli 6; Lirola 6, Gazzola 6, Acerbi 6, Peluso 6, Adjapong 6,5; Biondini 7, Pellegrini 6, Ragusa 6,5 (81’ Ricci s.v.); Defrel 6,5 (90’ Franchino s.v.), Matri 5 (64’ Politano 6). A disp.: Pomini, Pegolo, Cannavaro, Caputo. All.: Di Francesco.

RAPID VIENNA (4-2-3-1): Stringer 6,5; Thurnwald 5,5, Sonnleitner 5, Hofmann 6, Schrammel 6; Grahovac 6,5, Mocinic 6 (85’ Szantó s.v.); Schaub 6, Murg 5 (60’ Jelic 7), Traustason 6; Joelinton 5 (61’ Kvilitaia 7). A disp.: Novota, Schösswendter, Malicsek, Wöber. All.: Büskens.

Arbitro: Craig Pawson (Inghilterra).

Note: ammoniti Gazzola (S), Matri (S), Defrel (S), Ragusa (S); Schaub (R), Sonnleitner (R), Mocinic (R), Kvilitaia (R).

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *