Profughi al b&b, la destra si spacca su “Oracolo”
E per Diacci ora è un “compagno” che specula

2/11/2016 – Tira aria di scontro sui sacri principi, nella destra reggiana, dopo che il consigliere di opposizione di Cadelbosco Paolo Brunazzi, il noto bluesman Oracle King, ha deciso di ospitare nel suo b&b sei richiedenti asilo pakistani gestiti dalla Dimora d’Abramo. In sua difesa sono intervenuti l’avvocato e storico Luca Tadolini e la presidente di Confcommercio Donatella Prampolini, che dopo aver letto sui social gli attacchi a Brunazzi, ha bastonato “i luoghi comuni disumani” che allignano ancora nel centro-destra, dichiarandosi pronta ad accogliere dei bambini orfani in fuga dalla guerra.

Le critiche, dicevamo, si sono fatte sentire su Facebook, e non solo. Oggi contro Brunazzi torna a sparare la responsabile giovani di Forza Italia Elena Diacci , che lo apostrofa sarcasticamente dandogli del compagno. L’altro ieri invece il commissario della Lega Nord Matteo Melato gli aveva dato del “soggetto”.

Diacci, che sulla copertina di Facebook pubblica lo slogan “Non passa lo straniero“, aveva chiesto le dimissioni del consigliere cadelboschese, il quale  per tutta risposta ha dichiarato: “Rinuncio a un profugo e le dò 18 euro al giorno purchè stia zitta”. Oggi dunque la replica con toni pesanti, tipici dei parenti serpenti, della consigliera azzurra di Scandiano.

Elena Diacci con Bossi e Gianluca Vinci, domenica alla festa della Zucca a Piacenza

Elena Diacci con Bossi e Gianluca Vinci, domenica alla festa della Zucca a Piacenza

“Leggo le esternazioni del consigliere comunale “civico” Paolo Brunazzi e del suo supporter Luca Tadolini in risposta alla mia indignazione per aver preferito ospitare extracomunitari agli italiani, rigorosamente in cambio di quattrini che escono, questi sì, dalle tasche degli italiani, ed il mio stupore e delusione aumentano in modo esponenziale – scrive Diacci – Se è senza dubbio vero che sia stato eletto in una lista civica, il buon Brunazzi dovrebbe ricordarsi che quella civica non era supportata da Forza Italia , ma che lui professandosi di centrodestra probabilmente vuole attribuire la sua scelta non riconducibile ai valori che sono riconducibili alla sinistra . Il buon Brunazzi ci faccia almeno il piacere di evitare di giustificare questa sua folgorazione sulla via del supporto all’immigrazione con la cristiana solidarietà”.

Paolo Brunazzi "Oracle King" con i suoi ospiti pachistani

Paolo Brunazzi “Oracle King” con i suoi ospiti pachistani

Diacci, un po’perfidamente, fa notare che “la solidarietà non viene ricompensata, ed invece lui di soldini se ne intascherà tanti: Più di 3.000 euro al mese per un letto ed una brioche, oltre alla pubblicità indotta per la sua attività che sono sicura campeggerà imperitura e meritoria in buona parte dei centri sociali gestiti da Pd”.

Va detto, per la verità, che i tremila euro non sono “per un letto”, ma è all’incirca il compenso che il b&b Palo Alto riceve in totale ogni mese per tutti i sei richiedenti asilo.

Andiamo avanti: “La gente di destra mette al primo posto gli italiani, e al giorno d’oggi di italiani da aiutare e da ospitare ce ne sarebbero veramente tanti, visto che si parla di oltre 40.000 sfollati per il terremoto. Certo, gli italiani non renderebbero 18 euro al giorno”.

Infine Diacci se la prende con Tadolini: “Sinceramente metterla sul piano del “ospita clandestini per spiazzare la sinistra e cancellare le accuse di fascismo” mi sembra un pelino forzato; seguendo il suo ragionamento dovremmo mettere tutti la bandiera con la falce e martello fuori dalla porta così risolveremmo una volta per tutte il problema. Infine vorrei dire al consigliere Brunazzi, che mi ha sbeffeggiato offrendomi 18 euro per tacere, che non solo il mio silenzio non si compra, ma che pagare per far tacere la gente è un gran brutto gesto, soprattutto in terra d’Emilia dove troppa gente ha taciuto per soldi, ma forse questo glielo sapranno spiegare meglio i suoi nuovi amici”.

I toni sono un pelino grevi, e infatti non sono piaciuti al coordinatore provinciale di Forza Italia Gianluca Nicolini, che comunque tira fuori il partito dalla polemica.

“E’ una polemica sterile, che non mi interessa. Sulla questione immigrazione la linea di Forza Italia è chiara: diciamo no a questa politica sbagliata del governo, no  all’invasione indiscriminata, ma abbiamo presente l’emergenza umanitaria che nessuno può permettersi di mettere tra parentesi – afferma Nicolini – In questo senso ritrovo diverse posizioni di Forza Italia nell’esternazione di cuore di Donatella Prampolini”.

Ma la posizione di Diacci è quella di Forza Italia, o no? “Nel partito esistono sfumature differenti, che risentono della origini politiche di ciascuno. Voglio dire solo che certi toni, come quelli della Lega Nord, non ci appartengono. La Lega Nord se li tenga pure, noi abbiamo un altro stile”.

 

 

 

Be Sociable, Share!

9 risposte a Profughi al b&b, la destra si spacca su “Oracolo”
E per Diacci ora è un “compagno” che specula

  1. er monnezza Rispondi

    02/11/2016 alle 11:14

    ce ne fossero di giovani come la Diacci…
    lo stile di Nicolini pare : “chiamatemi se succede qualcosa che intervengo.. per il resto.. avanti cosi che andiamo bene”

  2. Luca Tadolini Rispondi

    02/11/2016 alle 13:39

    Elena Diacci la risposta alle polemiche che mi muovi è breve: ME NE FREGO.

  3. gianni Rispondi

    02/11/2016 alle 15:18

    Oracolo è fondamentalmente un anarchico individualista che vive calcando la scena… il suo anticomunismo è di maniera ed è di origine famigliare, lui più che tutto il resto è Kerouac. Il genere umano lo ama cristianamente.
    E comunque la contraddizione è la sua coerenza.
    Oracolo forever!

  4. Ivaldo Casali Rispondi

    02/11/2016 alle 16:51

    Se ricordo bene non era “Oracolo” il candidato a sindaco, per il centrodestra, nel Comune di Reggio nel 2014: con la benedizione dei “nominati”!

    • Gianni Rispondi

      02/11/2016 alle 19:43

      Ricordi male

  5. Forza Italia Reggio Emilia Rispondi

    02/11/2016 alle 17:22

    monnezza…un nome un programma

  6. SALVATORE OCCHIUTO Rispondi

    03/11/2016 alle 02:15

    Forza Italia è oramai rappresentata sul nostro territorio esclusivamente da Elena Diacci. Tanta idiosincrasia perchè è una donna? Forse a pensare male, non si sbaglia mai. Nessuno contesta lo spirito di accoglienza e solidarietà. Sarebbe tuttavia opportuno rivolgerlo prima nei confronti dei cittadini (italiani e stranieri) che si trovano in uno stato di estrema difficoltà. Cittadini che sulla carta godono di diritti e doveri, ma sono lasciati da soli nella pratica.

  7. Elena Diacci Rispondi

    04/11/2016 alle 08:49

    Al di là del fatto che la Diacci della sua vita privata ne fa ciò che vuole.
    Al di là del fatto che la polemica non è sterile.
    Al di là del fatto che non solo partecipo alla festa della Zucca per motivi privati e personali ma questa domenica sarò a Bologna per un dibattito con i ragazzi di tutta l’Emilia Romagna di Forza Italia Giovanu è come lo ero a Giovinazzo storico raduno del centro destra.
    Ne prendo atto. Prendo atto della non coerenza dei valori che da sempre hanno distinto il partito nel quale ho scelto di militare fin da giovanissima.
    Prendo anche atto che attaccare una persona ha frequentazioni private con la Lega Nord sia di una pochezza infinita anche perché vi ricordo che sono nostri alleati.

  8. Elena Diacci Rispondi

    04/11/2016 alle 09:15

    Il mio commento e riferito alle dichiarazioni sulla voce di chi mi ha contestato i toni da Leghista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *