“Furti, una task force per il Parmigiano”

23/11/2016 – Coldiretti lancia l’allarme per i furti di Parmigiano Reggiano che si susseguono senza sosta a danno dei caseifici reggiani e chiede una forza investigativa speciale per colpire non solo i ladri, ma anche i ricettatori.

“È quanto mai urgente e improrogabile l’impiego di forze e risorse per sventare il traffico illegale che da vita a questi incontenibili furti ” affermano Vito Amendolara e Assuero Zampini, ai vertici di Coldiretti Reggio.

«Siamo grati e solidali con le forze dell’ordine che intervengono prontamente, ma ciò non basta, come si può constatare, per contrastare un’organizzazione criminale che ha vie aperte per il commercio del prodotto rubato. È urgente una forza azione investigativa che smembri la rete commerciale di vendita e di acquisto”.

Il Parmigiano Reggiano è un prodotto altamente rintracciabile finché rimane integra la forma identificata dalla placca di caseina,  ma una volta porzionato può percorrere indisturbato le strade malavitose soprattutto nei periodi natalizi e pasquali.

«Abbiamo posto più volte il tema della legalità e della sicurezza anche con azioni concrete e con una aperta collaborazione con l’Arma dei Carabinieri – concludono Amendolara e  Zampini – Una collaborazione indispensabile per contribuire alla disgregazione del fenomeno criminoso e ricreare migliori condizioni alle aziende agricole per fare impresa.  Il furto delle nostre produzioni agricole, oltre a minare l’imprenditorialità agricola danneggia l’intera economia locale e quindi l’intero territorio e la sua comunità».

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *