Esplode la casa, ex direttore di banca muore carbonizzato

26/11/2016 – L’ex direttore di banca Antonio Algeri, 83 anni, è morto carbonizzato questa mattina nella sua abitazione di viale Timavo al n. 75, a Reggio Emilia, a causa di un incendio le cui cause al momento sono ancora incerte, anche se si propende per la fuga di gas. Quando dopo mezzogiorno i vigili del fuoco hanno sfondato la porta e sono entrati in casa, l’anziano era riverso in una poltrona,  senza vita, con il corpo coperto di ustioni è il volto completamente sfigurato.

L’appartamento è nello stesso palazzo dopo al piano terra si trova la storica libreria Prandi, all’incrocio con via Beretti.

La polizia davanti al palazzo di via Timavo

La polizia davanti al palazzo di via Timavo

Il fumo e l’esplosione dei vetri delle finestre hanno fatto scattare l’allarme. A mezzogiorno una signora che vive al piano superiore dell’appartamento bruciato, ha chiamato il 115 dei vigili del fuoco. E’ stata sentita una forte esplosione, probabilmente causata da una fuga di gas.
Algeri era stato direttore di filiale del Banco San Geminiano e San Prospero da tempo in pensione, era sulla poltrona con ustioni su tutto il corpo. Nelle ore del mattino era assistito da una badante. L’uomo lascia un figlio, che lo veniva a trovare molto assiduamente.
Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *