Redditi e consulenze: alcune domande all’assessore Notari

14/11/2016 – Per quale ragione l’assessore al Bilancio Francesco Notari ha chiesto e ottenuto, a differenza di quanto prescrive la legge, la non pubblicazione dei propri redditi e la situazione patrimoniale del 2015 nel sito istituzionale del comune di Reggio Emilia?

In attesa del parere dell’autorità Anticorruzione (che comunque arriverà quando Notari non sarà più assessore), il gruppo dei 5 Stelle in Sala del Tricolore è tornato all’attacco, dopo l’esposto inviato all’Anac il 3 novembre, rivolgendosi direttamente a Notari e invitandolo a rendere pubbliche le  consulenze (è commercialista di professione) ricevute prima della sua nomina ad assessore. Chiede in particolare se non abbia ottenuto consulenze da parte di Iren o Iren Rinnovabili.
Francesco Notari

Francesco Notari

L’intervento dei 5 Stelle, che ha il sapore di una sfida verso Notari e il sindaco Vecchi, mira a chiarire l’esistenza di eventuali conflitti d’interesse, e comunque è il punto di approdo di voci e ipotesi di cui si sussurra da tempo.
Ecco la nota diffusa dal gruppo 5 Stelle.
 “Due domande all’assessore Notari.
A) Notari in segno di trasparenza potrebbe rendere pubbliche tutte le consulenze che lui o società dove è socio, avrebbe ricevuto nei due anni precedenti la nomina da assessore?
 
B) Notari in segno di trasparenza potrebbe dichiarare se prima della sua nomina ha avuto consulenze da parte di società partecipate del Comune come Iren o società ad esso collegate come Iren Rinnovabili o altre?
 
Non è illegale aver ricevuto consulenze professionali, ma in segno di trasparenza verso i cittadini sarebbe importante una risposta”. (Movimento 5 Stelle. gruppo consiglio comunale Reggio Emilia)
Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *