Maya, tre anni, morta a Castelnovo Monti: medici indagati, cartelle cliniche sequestrate

8/11/2016 -Si attende l’autopsia sulla salma di Maya Dumitrascu, la bambina di soli tre anni deceduta giovedì all’arcispedale Santa Maria Nuova. La Procura di Reggio ha aperto un’inchiesta sulla tragica morte di Maya che abitava a Castelnovo Monti con i genitori, originari della Romania, ora tutelati dall’avvocato Alex Silvestri. Sono state sequestrare le cartelle cliniche della bimba che era affetta da sindrome di Down. Le indagini sono concentrate sugli ospedali di Castelnovo Monti e Reggio e sono indagati dei medici. «Stiamo aspettando – ha riferito ieri l’avvocato Silvestri – le prime comunicazioni da parte della Procura. E’ tutto ancora bloccato e non sappiamo quando sarà compiuta l’autopsia. I genitori, che incontrerò oggi, per il momento hanno presentato una denuncia ai carabinieri, presumibilmente contro ignoti. Ad aggi non siamo in grado di dire se ci sono state delle responsabilità per quello che è successo pur sollevando delle perplessità sulla vicenda e sulle tempistiche». Ieri Marius Dumitrascu, padre della piccola Maya, ha rilasciato un’intervista al Tgr dell’Emila Romagna di Rai Tre: «Maya è morta a tre anni e mezzo senza colpe e senza niente. Noi vogliamo giustizia e vogliamo sapere perché si è arrivati a questo punto. Lei per un batterio è morta».

La madre Elena ieri sulla sua pagina Facebook ha invece scritto un commovente testo: «Non tutti capiscono quanto sia importante trovare un posto speciale nel proprio cuore e nella propria vita per il tuo bimbo volato via troppo presto. A volte si pensa che bisognerebbe solo dimenticare e andare avanti, ma non è possibile cancellare un amore così grande come quello di un genitore per il proprio figlio. Non importa quanto sia vissuto, non importa quanto fosse grande: rimane un dolore così grande che ti spezza il cuore». La mamma della bimba, sempre su Facebook, ha anche ringraziato amici e conoscenti per i messaggi di sostegno, sottolineando che Maya era «il tipo di bambina che si faceva ricordare: piena di gioia, con un sorriso indimenticabile e se avevi la fortuna di darti un bacio ti innamoravi subito. E’ partita troppo presto lasciando un vuoto immenso dentro i nostri cuori che non sarà mai riempito da niente e nessuno». Maya è morta giovedì pomeriggio nel reparto di rianimazione del nosocomio di Reggio dove era arrivata, in critiche condizioni, il 2 novembre con le analisi che avrebbero rivelato lo stafilococco. Nei giorni precedenti era stata visitata dal pediatra, dalla guardia medica e al pronto soccorso del Sant’Anna di Castelnovo con la diagnosi di varicella.
(Matteo Barca/ LA VOCE DI REGGIO)

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *