Arriva Renzi, contestazioni in vista

22/11/2016 – Si prepara una contestazione a più voci nei confronti del premier Matteo Renzi, atteso oggi pomeriggio al teatro Ariosto di Reggio Emilia per un comizio a favore del Sì al Referendum. La Lega Nord annuncia il proprio “benvenuto” con striscione e fischietti contro “le politiche migratorie che mettono in ginocchio i nostri comuni”. Ma attraverso la rete si stanno organizzando gruppi di destra e di sinistra per una presenza “spontanea” davanti all’Ariosto, a partire dalle 19, “senza bandiere di partito e solo con fischietti”.

Matteo renzi sul palco della festa di Villalunga (frame da Telereggio)

Matteo renzi sul palco della festa di Villalunga (frame da Telereggio)

Il Sì tiene banco, ma prevedibilmente senza contestazioni, anche alle 18 all’Hotel Astoria, dove a favore della riforma costituzionale parlano due ex mostri sacri di Forza Italia, in evidente rotta di collisione col partito azzurro: l’ex  presidente del Senato Marcello Pera e l’ex ministro e fondatore di Fi Giuliano Urbani. Sono stati invitati da Vanda Giampaoli (già responsabile provinciale dei club di Dell’Utri) col sostegno dell’ala liberal del Pd, rappresentanta dalla notaia Maura Manghi. L’incontro dei moderati per il Sì, si concluderà in tempo per dar modo ai partecipanti di andare all’Ariosto.

Matteo Renzi al convegno dei giovani industriali a Santa Margherita Ligure

Matteo Renzi al convegno dei giovani industriali a Santa Margherita Ligure

L’ANNUNCIO DELLA LEGA NORD: “CON STRISCIONE E FISCHIETTI DA RENZI”

22/11/2016 – “Oggi ci troveremo alle 19.30 per dare il benvenuto al Presidente del Consiglio Matteo Renzi che, con il Ministro dell’Interno Alfano, è il regista di queste politiche migratorie che stanno mettendo in ginocchio i nostri comuni. Ci faremo sentire con fischietti e uno striscione per ribadire al Presidente del Consiglio che la gente è stanca di vedersi piombare continuamente finti profughi nei propri territori senza alcuna consultazione o richiesta di parere. I recenti dati dello stesso Ministero dell’Interno confermano che la maggior parte di questi soggetti sono clandestini pertanto con questo sistema che garantisce vitto e alloggio noi stiamo mantenendo migliaia di persone a spese nostre.

Questa immigrazione incontrollata è anche strettamente correlata a un grave problema di sicurezza, tant’è che Alfano ha stoppato l’arrivo di nuovi finti profughi a Milano, confermando la nostra tesi che i due temi sono una conseguenza dell’altro. Anche Reggio sta vivendo un grave problema di sicurezza, che la Lega Nord denuncia da tanto tempo: furti, borseggi, spaccate, aggressioni, molestie, abusivismo, parcheggiatori molesti, gli episodi di delinquenza in questi ultimi giorni a Reggio Emilia si sprecano e la nostra amministrazione è immobile davanti a tutto questo. I dati sono inequivocabili, la maggior parte di questi atti è compiuta da stranieri, segnale forte che una immigrazione incontrollata è portatore di problemi sociali e di sicurezza.” (Matteo Melato, commissario provinciale Lega Nord Reggio Emilia)

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *