Allarme sicurezza: il Pd stronca iniziativa dei civici, che chiedono un distaccamento dell’esercito
Bellentani: “Qui rischiamo una Gomorra emiliana, e loro fanno finta di niente”

29/11/2016 – In poco più di due settimane, dal 9 al 27 novembre, si sono verificati a Reggio Emilia almeno 29 episodi tra furti ai danni di esercizi commerciali ed aziende, scippi, e un’aggressione. In base a questa lista, peraltro molto incompleta,  i consiglieri di Alleanza Civica Cinzia Rubertelli e Cesare Bellentani  hanno presentato in consiglio comunale di Reggio Emilia un documento urgente sulla sicurezza in città, perché il sindaco chieda l’invio anche a Reggio di un distaccamento dell’Esercito, destinato a  presidiare la stazione e le zone limitrofe, in base al progetto “Strade sicure” del ministero dell’Interno.

Il documento però non è arrivato nemmeno alla discussione: l’urgenza è stata respinta dalla maggioranza  con 14 voti (unico astenuto Dario De Lucia) perché – ha detto il capogruppo Pd Andrea Capelli – “nel caso sarà la Giunta a procedere con una propria richiesta”.

Duro il commento di Bellentani: “Con il suo solito fare sprezzante, il capogruppo PD Capelli ha respinto l’ordine del giorno urgente di Alleanza Civica che chiedeva di intervenire su strade sicure.
Il problema sicurezza non è un’urgenza… Ci ha addirittura accusato di proporlo a ogni piè sospinto… come se a ogni Consiglio Comunale fosse il nostro unico argomento…
Abbiamo elencato l’elenco dei fatti delle ultime settimane. Solo quelli della cronaca. Per non parlare degli scippi, aggressioni, piccoli furti, intimidazioni quotidiane, che raccogliamo quotidianamente come lamentele della cittadinanza e non sono registrate dai giornali”. Aggiunge Bellentani: “C’è il Far west, ma facciamo finta di vivere nel migliore dei mondi possibili. Si stanno creando le condizioni per una Gomorra emiliana, ma non se ne può parlare… aspettiamo che la situazione sia irreversibile!
Ci eravamo illusi che si potesse trovare una soluzione condivisa ai seri problemi che affliggono la nostra città. Purtroppo, ogni volta, con rammarico constatiamo che l’unico interesse di chi ci governa è quello di parte, non del bene della città”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *