Abusi su ragazzino: coach di basket condannato a 4 anni e 8 mesi
L’avvocato: “Sentenza ingiusta, è innocente: andremo in appello”

di Alessandro Bettelli
19/11/2016 -L’accusa aveva chiesto 6 anni escludendo che gli venissero concesse le attenuanti. Alla fine la corte, formata dai giudici Cardarelli (presidente del collegio), Ramponi e Semprini, ha invece condannato A.N, allenatore di basket di 45 anni, . a 4 anni e 8 mesi, concedendo così le attenuanti.
L’accusa, per lui, era di “abusi su minore affidato per motivi di cura, educazione, istruzione, (articolo 609 quater del codice civile) e i fatti risalgono all’anno scorso, quando la madre del ragazzino di 15 anni (rappresentata in giudizio dall’avvocato Helmut Bartolini), nel marzo del 2015 aveva sporto denuncia contro il coach, reo, a detta della donna di «aver abusato del figli in tre circostanze».
Le indagini sono state condotte dal Pm Maria Rita Pantani che, al termine del dibattimento aveva chiesto per il 45 enne una pena di 5 anni e mezzo con vincolo della continuazione del reato senza applicazione delle attenuanti. In altre parole, una pena complessiva di 6 anni.
Ma il collegio giudicante ha invece ritenuto di concedere le attenuanti ad A.N. e lo ha condannato a 4 anni e 8 mesi.
«Ritengo che la sentenza sia profondamente ingiusta – ha commentato il difensore dell’imputato, l’ avvocato Erica Romani – Credo nell’innocenza del mio assistito il quale non ha mai abusato assolutamente del ragazzino. Attendo comunque fiduciosa le motivazioni della sentenza sulla base delle quali proporremo appello. Sono comunque certa che la sua innocenza sarà acclarata».
(dalla Voce di Reggio Emilia)
Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *