Exploit del Lime Theater col coro dell’Armata Rossa
Inaugurazione disertata da sindaco e assessori

7/11/2016 – Con una serata degna dell’occasione e da tutto esaurito, con gli spettatori in visibilio per due ore di fronte alla classe e alla bravura tecnica del Coro e del balletto dell’Armata Rossa, diretto dal generale Viktor Eliseev – certamente il direttore di coro più famoso al mondo – è stato inaugurato  venerdì sera il nuovo Lime Theater nel padiglione di D delle Fiere di Reggio. Riempiti tutti i duemila  posti concessi per la serata inaugurale, il Lime realizzato dalla Medials di Roberto Meglioli con un investimento di 400 mila euro, si è rivelato non solo un’idea felice e commercialmente azzeccata, ma ha confermato le potenzialità del polo fieristico di via Filangieri, che è in liquidazione e qualcuno vorrebbe veder chiuso.

Il coro dell'Armata Rossa al Lime Theater

Il coro dell’Armata Rossa al Lime Theater

Presenti numerosi consiglieri comunali (erano stati invitati tutti, date le circostanze) ma notata l’assenza del sindaco Vecchi (che detiene fra l’altro la delega alla cultura) e degli assessori di Reggio. Non c’era neppure un rappresentante della Giunta: eppure un nuovo teatro non si inaugura tutti i giorni in una città. E d’altra parte gli amministratori reggiani non perdono un’occasione, anche marginale, per intervenire pubblicamente.

Il pubblico del Lime Theater

Il pubblico del Lime Theater

Assenze che hanno fatto sollevare dubbi e ipotesi di varia natura. Che la nascita del Lime Theater non sia ben vista dalla Giunta di Reggio Emilia? Sarebbe strano, visto il carattere sociale dell’investimento privato. Qualcuno vede nel teatro temporaneo delle Fiere un potenziale concorrente per la futura arena del Campovolo, voluta con impegno dal sindaco Vecchi?

In compenso c’erano la sindaca di Correggio Ilenia Malavasi, alle prese giorno e note col disastro En.cor che sta devastando anche il bilancio del suo comune, e il segretario provinciale del Pd Andrea Costa.

Vedremo.

Intanto il Lime ospita mercoledì sera lo spettacolo di Marco Travaglio “Perchè No al referenzum”, organizzato da Teorema e dalla Cgil.

Il cartellone del nuovo teatro, curato dalla Medials, proseguirà con Pintus, L’Harlem Gospel Choir e Raphael Gualazzi.

foto-armata-6

foto-armata-4

 

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *