Scritte contro i commissari di Brescello
Scovato l’autore: voleva solo un’assemblea pubblica

11/10/2016 – E’ stato identificato e denunciato dai Carabinieri l’autore delle scritte contro i commissari del comune di Brescello: è un uomo di 60 anni del paese.  A lui sono arrivati i carabinieri di Brescello e Guastalla dando corso all’indagine promossa  dalla Procura reggiana in ordine al reato di deturpamento e imbrattamento di cose altrui e vilipendio delle istituzioni.

Una delle scritte comparse davanti al municipio di Brescello

Una delle scritte comparse davanti al municipio di Brescello

L’uomo ha ammesso di essere l’autore dei due blitz notturni e ha consegnato le bombolette spray utilizzate per le scritte.  Ha “giustificato” i due raid come protesta per l’asserita mancata attenzione degli amministratori delle richieste dell’indagato,  che voleva un’assemblea pubblica per discutere dei problemi del paese. Così ha deciso di mettere “nero su bianco” il suo disappunto. carabinieri-scritte

Nei giorni scorsi,  sull’asfalto all’ingresso del municipio di Brescello erano comparse due scritte rivolte contro i tre commissari che dalla fine del mese di aprile amministrano il comune di don camillo e Peppone sciolto per condizionamento mafioso. Venerdì era apparsa la frase ‘Prefetti perfetti svegliatevi’, e  sabato la scritta ‘Lasciate ogni speranza a voi che entrate’: accanto le ‘A’ cerchiate dell’anarchia.  Subito si era capito che dietro c’era la mano non di un anarchico, ma piuttosto quella di un brescellese insoddisfatto, individuato dopo sole 48 ore.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *