Sbaffo è stato il match winner con la Maceratese: “Peccato aver sofferto, potevamo chiuderla sul 3-0”.

di Carlo Codazzi – La Reggiana ha vinto dimostrando anche di saper soffrire, senza farsi prendere dalla paura: “Ci siamo difesi con i denti abbassandoci un po’ perché loro palleggiavano bene – ha commentato Federico Angiulli -, ma senza nessuna paura.

Federico Angiulli.

Federico Angiulli.

La Maceratese era fastidiosa in fase di possesso, ma in fase difensiva ha mostrato qualche imbarazzo. Noi siamo andati a prenderli alti e nel primo tempo abbiamo fatto vedere che se giochiamo da subito col piglio giusto siamo devastanti. Dobbiamo sempre essere così a cominciare da Mantova dove ci aspetta una gara molto sentita dalla tifoseria”. L’eroe di giornata è stato Alessandro Sbaffo che ha giostrato da trequartista con successo: ”Devo fare più ruoli – ha spiegato – e mi devo adattare facendo ciò che vuole il mister. Mi piace fare il trequartista, ma anche giocare davanti alla difesa dove mi trovo molto bene. Il gol? Normale trovarmi lì, da dieci mi devo inserire. Peccato aver sofferto così tanto perchè potevamo andare in vantaggio 3-0 e portare a casa la vittoria con tranquillità”.

Alessandro Sbaffo.

Alessandro Sbaffo.

La settimana della Reggiana è stata tormentata per le polemiche seguite al ko di Padova e la squadra poteva risentirne: “Se qualcuno di noi ha avvertito il peso della sconfitta di Padova non deve più giocare a calcio – il commento perentorio di Sbaffo -. Abbiamo perso, ma nessun peso. Oggi abbiamo avuto una bella reazione e proposto un calcio offensivo”. Felice per la vittoria granata il vice presidente Stefano Compagni: “Abbiamo giocato bene per un’ora – ha analizzato l’ex patron -, poi l’espulsione ci ha messo in difficoltà perché la Maceratese ha preso coraggio. Piazza? L’ho appena sentito. E’ contento e verrà a Reggio a breve. Colucci? Gode della nostra fiducia. La sua scelta da parte nostra è stata ponderata. Sappiamo che è un uomo di carattere forte. Non è stato molto aiutato all’inizio, ma tra poco vedremo una bella Reggiana”.

Chiamato in causa Leonardo Colucci ha analizzato così la vittoria della sua formazione: “Dovevamo vincere e lo abbiamo fatto. Abbiamo anche giocato un’ottima gara, la migliore dall’inizio della stagione, almeno nel primo tempo durante il quale avremmo potuto andare perfino sul 3-0. Nella ripresa, invece, la squadra ha sofferto un pò anche perché due o tre dei ragazzi non giocavano da tempo e hanno pagato qualcosa nella condizione atletica.

Leonardo Colucci

Leonardo Colucci

In ogni caso ci siamo mossi bene, abbiamo girato bene la palla, siamo ripartiti e ora dobbiamo solo proseguire su ciò che di buono abbiamo fatto nella prima frazione di oggi. Sbaffo trequartista? Avevo già provato questa soluzione col Lumezzane nel primo tempo e poi contro il Sudtirol. Ho a disposizione giocatori che sanno interpretare questo sistema di gioco che è un’ottima alternativa, ma non sono i numeri a fare la differenza bensì l’intensità. Sono dispiaciuto – ha terminato – per l’infortunio capitato a Ghiringhelli: è la nota stonata della partita. Manconi? E’stato espulso per troppa generosità”.

Stefano Compagni.

Stefano Compagni.

Dispiaciuto per la sconfitta e per la prestazione il diesse della Maceratese, Gianluca Strambazzi: “Sicuramente c’è da un po’ di tempo in atto il passaggio societario, ma non è questo che deve influire sulle prestazioni – ha detto amaro -. Oggi abbiamo fatto un passo indietro rispetto alle ultime partite anche se non ho niente da dire ai ragazzi perché stanno dando tutto e stanno facendo tutto quello che va fatto. E’ stata una gara negativa che ci può stare, ma dispiace perché tutto sommato l’avevamo pareggiata. Il gol che ci è stato annullato nella ripresa – si è lamentato – era regolare, ma non avremmo meritato il pari. Nel secondo tempo siamo migliorati anche grazie alla superiorità numerica, però, i primi 45’ li abbiamo lasciati nelle mani della Reggiana che ha meritato il vantaggio. Prendere 1 punto sarebbe stato importante, ma adesso è inutile stare a lamentarci, andiamo avanti, lavoriamo e facciamo il nostro campionato.

Il diesse della Maceratese, Gianluca Strambazzi.

Il diesse della Maceratese, Gianluca Strambazzi.

Se a breve si concretizzerà la novità societaria? Non vanno fatte a me domande in tal senso perché c’è una proprietà che si sta attivando per questo e noi aspettiamo quello che verrà. Niente, comunque, andrà ad influire sul nostro lavoro – ha concluso – perchè siamo dei professionisti”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *