Roma capoccia al Mapei.
I giallorossi stroncano il Sassuolo con 3 reti nella ripresa.

La Curva Nord del Mapei gremita dai supporter giallorossi in festa.

La Curva Nord del Mapei gremita dai supporter giallorossi in festa.

di Carlo Codazzi – Grande partita tra Sassuolo e Roma. Ha prevalso la squadra giallorossa che ha ribaltato il match nella ripresa segnato 3 reti utili a consolidare la seconda piazza in classifica. Nel primo tempo il Sassuolo ha condotto in prevalenza il gioco ed è passato al 12′ con un colpo di testa di Cannavaro che ha sfruttato un cross di Politano. Un pò distratta nella circostanza la difesa giallorossa. Nel secondo tempo i neroverdi hanno accusato un calo e hanno badato al sodo, chiudendo e ripartendo. Al 75′ il neo entrato Lirola ha commeso l’ingenuità fatale perdendo palla nella propria area a favore di Dzeko ed è stato costretto al fallo per fermare il centravanti giallorosso. Rigore inevitabile poi trasformato dallo stesso Dzeko sempre più capocannoniere del campionato. Dopo due minuti la Roma ha chiuso la gara segnando la terza rete con Nainggolan che ha ripreso una respinta di Consigli che si era opposto ad una conclusione di El Shaarawy. Trionfo giallorosso, ma il Sassuolo ha tenuto testa ad una formazione da scudetto cedendo per un banale errore difensivo.

Dzeko sistema il pallone sul dischetto per il rigore del 2-1 romanista.

Dzeko sistema il pallone sul dischetto per il rigore del 2-1 romanista.

La tattica adottata da mister Di Francesco che ha dovuto rimediare all’ennesimo infortunio importante, ossia il ko di Magnanelli a Bologna di domenca scorsa, ha imbrigliato la Roma e l’ha costretta ad una partenza ad handicap. Il mister neroverde ha preferito il 4-2-3-1 al consueto 4-3-3 piazzando Defrel dietro a Matri tra le linee. Ai fianchi di Defrel agivano Politano e Adjapong, rispettivamente a destra e sinistra. A proteggere la difesa Mazzitelli e Pellegrini. La posizione di Defrel ha creato non pochi problemi ai giallorossi che non riuscivano ad accorciare sull’attacccante trasformato in trequartista. Defrel ha giocato parecchi palloni entrando in altrettante pericolose trame offensive dei suoi. Spalletti ha schierato la Roma col 4-3-3, ma con El Shaarawy che si abbassava in fase di non possesso a dar manforte ad Emerson per contenere Politano. De Rossi si abbassava a sua volta a protezione della difesa, mentre a Strootman è stato affidato il compito di rilanciare immediatamente l’azione per innescare Dezeko e Salah posizionati quasi stabilmente sulla linea di metà campo pronti a ripartire. Le due punte si muovevano molto e si allargavano per favorire gli inserimenti da dietro, con Dzeko che rientrava anche centralmente per aprire gli spazi.

Cannavaro ha appena segnato l'1-0 ed è sommerso dall'abbraccio dei compagni.

Cannavaro ha appena segnato l’1-0 ed è sommerso dall’abbraccio dei compagni.

La partita

Neroverdi subito all’assalto con Defrel a scagliare una sassata, al 4′, che Szczesny ha respinto in tuffo e Politano a calciare in tap in con il portiere giallorosso ad opporsi in corner. Dalla bandierina palla ad Acerbi che ha calciato di poco a lato. La Roma ha risposto con un tiro alto da dentro l’area, sulla sinistra, di El Shaarawy all’8′. Al 12′ Dzeko è scivolato, a metà campo, lasciando via libera a Cannavaro che ha allargato sulla destra per Politano che gli ha restituito il favore mettendogli sulla testa il pallone dell’1-0. Il match era brioso e divertente con la Roma costretta alla rincorsa che poteva approdare al pari, al 14′, quando Acerbi ha fermato in scivolata Salah giunto solo davanti a Consigli. In pochi minuti i centrali delle due squadre sono stati protagonisti: Acerbi ha toccato, nella sua area piccola, il pallone calciato da Salh obbligando Consigli a fermare la sfera appena prima della linea di porta (22′), mentre Manolas ha fermato Matri che stava chiudendo una combinazione con Defrel (24′). Al 27′ Nainggolan ha rubato palla e scagliato un bolide, dalla distanza, che si è infranto sulla traversa. La Roma ha alzato il baricentro nel finale di tempo e ha costretto il Sassuolo ad abbassarsi al limite della sua area con Salah particolarmente ispirato. La Roma cercava di allargare il gioco e in seguito ad uno dei 9 corner (saranno 11 alla fine) battuti dai giallorossi, Salah è penetrato in area, da sinistra, e ha calciato in diagonale facendo sfilare la sfera ad un passo da Dzeko, sotto misura, per poi vederla uscire vicinissima al palo opposto.

La difesa del Sassuolo è ko. Nainggolan ha appena segnato il 3-1 della Roma.

La difesa del Sassuolo è ko. Nainggolan ha appena segnato il 3-1 della Roma.

Il Sassuolo godeva di ampi spazi in ripartenza e al 41′ l’imprendibile Defrel ha imbeccato Adjapong a sinistra, ma l’ala neroverde ha calciato fuori da posizione favorevolissima. Raddoppio mancato e per poco non arrivava il pari con la traversa del Sassuolo a tremare una seconda volta per merito di Dezeko che, in scivolta, ha girato verso la porta il pallone ricevito da Emerson. Sul successivo angolo Cannavaro ha salvato deviando, di testa, ancora in corner la sfera incornata da Manolas.

Dopo il the il Sassuolo è andato in sofferenza e la Roma ha pareggiato i conti al 57’ con un bel diagonale di Dzeko che ha infilato Consigli sfruttando un lancio millimetrico di Salah. I giallorossi hanno cercato subito il colpo del ko con Salah che si è involato verso Consigli sfruttando un errore di Defrel che, però, ha rincorso l’egiziano ed è arrrivato in scivolata a deviare il pallone, sulla linea, che aveva scalcato Consigli dopo il tocco di Salah (62’). Di Francesco si è coperto inserendo Biondini a rinforzare il centrocampo per Matri spostando Defrel in avanti, al centro dell’attacco. Lo schema è tornato al 4-3-3 con Biondini interno. Il cambio successivo non ha portato fortuna a Di Francesco che ha rilevato Gazzola (crampi) con Lirola. Il neo entrato, al 75’, ha controllato male un pallone arrivato nell’area neroverde, se lo è fatto soffiare da Dzeko per poi atterrare, ingenuamente, l’attaccante giallorosso. Sventola di destro all’incrocio, dal dischetto, dello stesso centravanti romanista che ha realizzato il rigore del 2-1. Dopo 2’ è arrivato il gol sicurezza di Nainggolan che ha chiuso la contesa: il sontuoso Dzeko ha servito El Shaarawy che è entrato in area, sulla sinistra, e ha colpito incrociando con Consigli a deviare sui piedi del belga che ha insaccato. Nel finale il grave infortunio a Florenzi uscito in barella. Applausi per lui e per l’entrata del “capitano” Francesco Totti. Festa giallorosa al triplice fischio. Il messaggio della Roma di Spalletti al campionato è chiaro: l’anti Juve è la formazione capitolina e lo scudetto i bianconeri dovranno sudarselo.

Il tabellino.

Sassuolo-Roma 1-3 (1-0)

Marcatori: Cannavaro (S) al 12’, Dzeko (R) al 57’, Dzeko (R) su rigore al 76’, Nainggolan (R) al 78’.

Sassuolo (4-2-3-1): Consigli 5,5; Gazzola 6 (73’ Lirola 4), Cannavaro 6,5, Acerbi 6, Peluso 5,5; Adjapong 5,5 (79’ Ricci s.v.), Pellegrini 6, Mazzitelli 5,5; Politano 5,5, Matri 5 (63’ Biondini 5,5), Defrel 6,5. A disp.: Pomini, Pegolo, Antei, Iemmello, Sensi, Terranova, Duncan, Dell’Orco, Ragusa. All. Eusebio Di Francesco 6.

Roma (4-3-3): Szczesny 6; Florenzi 6 (84’ Totti s.v.), Fazio 6,5 , Manolas 6,5, Emerson 6,5; Strootman 5,5  (69’ Paredes 6,5), De Rossi 6,5, Nainggolan 7; Salah 7, Dzeko 7,5, El Shaarawy 7 (79’ Rudiger s.v.). A disp.: Lobont, Alisson, J.Jesus, Iturbe, Gerson, Grossi, Soleri. All. Luciano Spalletti.

Cambi di sistema: Sassuolo dal 4-3-3 dal 63′. Roma 4-4-2 dal 79′, 4-4-1-1 dall’84’.

Arbitro: Damato di Barletta.

Assistenti: Manganelli di Valdarno, Ranghetti di Chiari. Quarto ufficiale: Lo Cicero di Brescia. Arbitri di porta: Di Bello di Brindisi, Nasca di Bari.

Note: ammoniti Mazzitelli (S), Pellegrini (S), Lirola (S). Angoli 11-4 per la Roma. Spettatori 12.000 circa.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *